Incontro online dell'European Jewish Association con leader e parlamentari europei

L'evento nell'ambito della Giornata della Memoria. Partecipano esponenti del governo israeliano. Menachem Margolin, Rabbino e Chairman della EJA: “La lezione del passato è troppo importante per essere ignorata”. Iniziativa speciale al Liceo Petrarca di Arezzo


Firenze, 25 gennaio 2021La memoria è un valore sempre vivo e anche nelle difficoltà comportate dall’emergenza sanitaria si deve ricordare l’Olocausto del popolo ebraico. Anche quest’anno, quindi, seppur in forme differenti, è di fondamentale importanza tenere iniziative in occasione della Giornata Internazionale della Memoria dell’Olocausto. Anche e soprattutto in risposta a quei rigurgiti di antisemitismo, esacerbati dalla pandemia, che non smettono di affliggere le comunità ebraiche europee. Tra queste si segnala l’incontro online della European Jewish Association del 27 gennaio alle ore 14:00, al quale parteciperanno leader europei, ministri, membri del Parlamento Europeo ed esponenti delle Comunità Ebraiche di tutto il mondo.

L’evento vedrà anche la partecipazione di esponenti del Governo israeliano per evidenziare con determinazione il legame tra il crescente sentimento di delegittimazione dello Stato Ebraico e il picco di episodi di violenza e antisemitismo. Per l’Italia si segnala la presenza dei Senatori Maurizio Gasparri, Lucio Malan e Massimo Mallegni, oltre che degli europarlamentari Fulvio Martusciello e Salvatore De Meo, i quali interverranno per le 15:45.

“Ci sono alcuni giorni che trascendono le crisi politiche o sanitarie – spiega il Chairman dell’European Jewish Association il rabbino Menachem Margolin la cui lezione del passato è troppo importante per essere superata o ignorata, a prescindere dalle circostanze. La Giornata Internazionale della Memoria dell’Olocausto è un tale giorno. La vita ebraica in Europa è attualmente assalita da una duplice minaccia: l'antisemitismo, che esacerbato dalla pandemia ha visto una rinascita di alcune delle peggiori calunnie, e i ripetuti attacchi alle usanze ebraiche, i quali attraverso proposte di legge cercano di colpire le nostre pratiche. Gli echi del passato non possono essere ignorati”.

Anche le scuole sono coinvolte nella Giornata della Memoria. Pillole-video di storia, musica e cultura per non dimenticare. L’iniziativa, dal titolo “Tra memoria e ricordo”, è promossa dal Liceo Classico e Musicale Petrarca di Arezzo e si svilupperà attraverso un ciclo di filmati sulla pagina facebook e sul canale youtube dell’istituto dove gli stessi studenti approfondiranno gli accadimenti della Shoà e gli eccidi delle Foibe. La rassegna si colloca simbolicamente tra le ricorrenze di due delle pagine più tristi della storia del ‘900, prendendo il via mercoledì 27 gennaio in occasione della Giornata della Memoria che commemora le vittime dello sterminio nazista e proseguendo fino al Giorno del Ricordo di mercoledì 10 febbraio dedicato alle vicende del confine orientale italiano.

La rassegna è promossa dalle professoresse Antonella Fatai, Silvia Vajente e Claudia Vigini, in collaborazione con Circolo LaAV di Arezzo e Radio LaAV.

«La volontà condivisa - commentano le docenti, - è di creare un percorso per onorare la Giornata della Memoria e il Giorno del Ricordo 2021. Questa rassegna fa affidamento su un approfondimento di fonti storiche, musicali e culturali di qualsiasi forma con cui alunni e docenti sensibilizzeranno verso questi accadimenti con la finalità di conservare e tramandare la memoria della Shoà e delle vicende del confine orientale».

Redazione Nove da Firenze