Incidente con auto a noleggio: individuato il conducente, ricerche in corso

Nel sinistro coinvolta anche una vettura condotta da un 26enne finito all’ospedale. 70enne fiorentino alla guida di una Fiat 600 sui binari con l’auto e li percorre da piazza Adua a viale Strozzi durante le prove del tram


Il pirata della strada, oltre a numerose multe, sarà denunciato per fuga e omissione di soccorso. Rischia fino a tre anni di reclusione e la sospensione della patente per almeno un anno e mezzo. Provoca un incidente transitando ad alta velocità su viale Aleardi e, dopo aver abbandonato l’auto a noleggio, si dà alla fuga. La Polizia Municipale, intervenuta sul posto, risale all’identità del pirata della strada ancora ricercato. È successo lunedì sera quando intorno a mezzanotte una pattuglia della Polizia Municipale, allertata dalla Centrale Operativa dopo una telefonata dei Vigili del Fuoco, interviene su un incidente grave in zona viale Aleardi. Arrivati sul posto gli agenti si sono trovati di fronte a un Fiat 500 di una nota società di noleggio incidentata e abbandonata in strada, una Fiat Punto con il conducente lievemente ferito e tre vetture in sosta danneggiate. Secondo la prima ricostruzione della Polizia Municipale, confermata da alcuni testimoni, la responsabilità della carambola sarebbe della Fiat 500. L’auto infatti stava percorrendo a forte velocità viale Aleardi verso piazza Pier Vettori (circostanza avvalorata oltre che dai testimoni e dai danni riportati, anche dal Gps a bordo che ha registrato 93 chilometri all’ora al momento dell’impatto) quando in prossimità di via Zanella ha urtato contro una Fiat Punto. Quest’ultima stava svoltando a sinistra dalla carreggiata opposta per immettersi in via Zanella quando, a manovra quasi ultimata, è stata urtata violentemente dalla Fiat che, a seguito dell’impatto, ha ruotato di 50 gradi in senso orario fermandosi di traverso sul viale. Nella carambola, poi, le due auto hanno urtato anche tre vetture in sosta che hanno riportato danni. A questo punto, secondo il racconto dei testimoni, i due occupanti della Fiat 500 si sono allontanati di corsa in direzione di piazza Pier Vettori lasciando l’auto sul posto, così danneggiata da non poter riprendere la marcia. Il conducente della Punto , un 26enne residente nella provincia di Firenze, è stato trasportato in ospedale per le lesioni riportate giudicate poi guaribili in 5 giorni ed è stato dimesso poche ore più tardi. A questo punto ha preso il via l’indagine per risalire al pirata della strada. Gli agenti hanno infatti contattato la società di noleggio per avere i dati e gli estremi di chi effettivamente aveva affittato la 500. La mattina seguente i dati sono arrivati al distaccamento di Porta Romana. Ad aver noleggiato l’auto, sabato, sarebbe stato un 37enne nato in Albania e residente in provincia di Firenze che, come dimostrato dall’apparecchiatura all’interno del veicolo, dopo aver trascorso il fine settimana sulla costa toscana lunedì sera si era spostato più volte in zona San Frediano fino al momento dell’incidente. Sono in corso le indagini per rintracciare l’uomo che ha effettuato il noleggio. Numerose le conseguenze che si prospettano per il conducente della 500: oltre alle multe per le violazioni al codice della strada, verrà anche denunciato per essere fuggito e non aver prestato soccorso dopo l’incidente. E per questo rischia la reclusione fino a tre anni e la sospensione della patente di guida per almeno un anno e mezzo. L’auto si trova tutt’ora sotto sequestro come disposto dal magistrato di turno la sera stessa dell’incidente.

Ha transitato fino a viale Strozzi sui binari della tramvia nonostante gli avvisi della Polizia Municipale. Alla fine è stato fermato e riportato, sotto scorta, verso piazza Adua da dove è stato fatto uscire dalla sede tranviaria. Si tratta del conducente di una Fiat 600 che oggi, intorno alle 13.30, uscendo dalla stazione in corrispondenza dell’incrocio con piazza Adua è entrato sulla sede tranviaria di via Valfonda. E, nonostante gli avvisi sonori degli agenti della Polizia Municipale presenti sul posto, ha transitato sui binari fino alla curva con viale Strozzi proprio mentre erano in corso le prove dei tram. Gli autisti dei convogli presenti nella zona (uno nel suo senso di marcia era fermo al semaforo di via Valfonda, l’altro nel senso opposto all’altezza di piazza Bambine e Bambini di Belsan) hanno assistito alla scena increduli. Inseguito a sirene spiegate da una pattuglia, è stato scortato sui binari fino a tornare in piazza Stazione. Per lui, fiorentino di circa 70 anni, è scattato un verbale da 41 euro per transito su zona interdetta alla circolazione dei veicoli. Le prove sono state interrotte per poco più di un minuto, giusto il tempo di fare uscire l’auto dalla sede tranviaria.

Redazione Nove da Firenze