Rubrica — Psicologia - Le realtà invisibili

Il coraggio. Vivere, amare, educare

a Castelnuovo Garfagnana il24 agosto 2018


Sarà Paolo Crepet il protagonista dell’ultimo appuntamento della rassegna “La bella estate” curata da Alba Donati che si terrà venerdì 24 agosto alle ore 21.00 a Castelnuovo Garfagnana. Con l’Autore ne parlerà la giornalista Letizia Cini.

Per affrontare l’urgenza sociale dei nativi digitali, Crepet in Il coraggio. Vivere, amare, educare (Mondadori) stimola adulti e non ancora adulti a ritrovare la forza della sfacciataggine e la capacità di resistenza che la vita quotidiana richiede. Di fronte ad una società che usa la tecnologia come maschera per preservare l’uomo dall’esporsi in prima persona, l’Autore parla di Coraggio inteso come coraggio di educare, di dire di no, di avere paura, di scrivere, di immaginare ma soprattutto di ricominciare. È giunto il momento di trovare l’ambiziosa forma di coraggio necessaria per creare un nuovo mondo, prima che altri lo inventino per noi. Solo con il coraggio capiamo il presente e costruiamo il futuro.

Paolo Crepet è psichiatra e sociologo. Tra i suoi numerosi libri ricordiamo: Le dimensioni del vuoto. I giovani e il suicidio (1993), Cuori violenti. Viaggio nella criminalità giovanile (1995; 2017), Solitudini. Memorie d'assenza (1997), I giorni dell'ira. Storie di matricidi (con Giancarlo De Cataldo; 1998), Naufragi. Storie di confine (1999; 2002), Non siamo capaci di ascoltarli (2001), La ragione dei sentimenti (2002; 2004), Voi, noi (2003), Dannati e leggeri(2004; 2006), I figli non crescono più (2005), Sull'amore (2006; 2010), Dove abitano le emozioni (con Mario Botta e Giuseppe Zois; 2007), A una donna tradita (2008), Sfamiglia (2009; 2011), Un'anima divisa (2010), L'autorità perduta (2011; 2013), Elogio dell'amicizia (2012), Impara a essere felice (2013), Il caso della donna che smise di mangiare (2015) e Baciami senza rete(2016).

Letizia Cini è attualmente Vicecaporedattore Redazione Cultura e Spettacoli QN - La Nazione, il Giorno e il Resto del Carlino. Già responsabile per due periodi dei portali online de La Nazione, la seconda volta fino al marzo 2014.

Curati da Alba Donati, poetessa e presidente del Gabinetto G.P. Vieusseux, fiorentina di adozione ma con il cuore in Garfagnana e dintorni, luogo dal quale proviene e che continua a frequentare assiduamente. Un’estate di libri con quelli che sono stati i protagonisti della scena culturale degli ultimi mesi. “Si è creata una comunità di lettori, racconta Alba Donati - di persone attente che non mancano un incontro”. Il progetto La Bella Estate si colloca nel percorso di rilancio del centro abitato e dei dintorni con Cantiere Aperto un progetto di restauro per la valorizzazione della storia e del patrimonio tradizionale della Garfagnana.

Redazione Nove da Firenze