Rubrica — Spettacolo

Il Cirk Fantastik! si sposta al Tuscany Hall

A causa delle incerte condizioni meteo. Data unica sabato 26 settembre 2020


Firenze, 22 settembre 2020 - Nuova location per il Cirk Fantastik inizialmente previsto, nelle sue date fiorentine, alla Limonaia di Villa Strozzi dal 23 al 25 settembre. A causa delle incerte condizioni meteo, il Festival di circo contemporaneo si sposta in data unica al Tuscany Hall, il tutto ovviamente nel pieno rispetto delle normative anti-covid. 

Il nuovo appuntamento è previsto per sabato 26 settembre e vede la conferma di Circo El Grito. Una vecchia conoscenza del Festival, Compagnia di culto del nuovo circo, tra le più immaginifiche della scena contemporanea, sale sul palco del Tuscany Hall con una nuova creazione, “Malamat”: un appello circense all’umanità contemporanea (apertura porte ore 19:30 con aperitivo e dj set, inizio spettacolo ore 21 - Prenotazioni biglietti al 389 1824669).
“In questo spettacolo scoprirete che l’essere umano è in grado di nutrirsi di emozioni e che respirando musica un uomo può rinunciare all’ossigeno - affermano gli artisti coinvolti in questa produzione firmata El Grito e Spazio Agreste -. Vedrete un’acrobata aerea superare il confine del virtuosismo circense ed entrare con un salto mortale nel mondo dell’impossibile. Attraverso musiche, equilibrismi e danze spericolate ispirate da antichissimi costumi d’Oriente vi mostreremo, infine, un potere dell’essere umano in grado di scuotere la coscienza e risvegliare lo spirito assopito: la fantasia”.
--Cirk Fantastik! al Tuscany Hallvia Fabrizio de André angolo Lungarno Aldo Moro 3, Firenze sabato 26 settembre 2020 Apertura porte ore 19:30 con aperitivo e dj set, inizio spettacolo ore 21Prenotazioni biglietti al 389 1824669
Cirk Fantastik 2020 è un progetto di Aria Network supportato da Mibact, Fondazione CR Firenze, Comune di Scandicci - Scandicci Open City 2020. È patrocinato dal Comune di Firenze. Media partner: Quinta Parete, Juggling Magazine e Controradio. In collaborazione con Tuscany Hall. 

Redazione Nove da Firenze