Rubrica — Pugilato

I protagonisti dell’evento Obbadi VS Torres, visti da Leonard Bundu

fotografie: Monica Caleffi

Il Campione parla dei pugili - professionisti - impegnati nelle kermesse del 12 maggio al PalaMattioli


Leonard è sempre stato un razzo a fare la doccia ed infatti ci raggiunge prima che abbia finito l’intervista con Obbadi. E per un po’ diventa naturale parlare con entrambi, visto che Moha ha una grande stima di Leonard e nessuna invidia.

Ora Moha ha raggiunto il maestro Boncinelli, è la volta di Leo fare due chiacchiere sui pugili professionisti che saliranno sul ring del PalaMattioli:

Mohammed Obbadi: “Moha ha una Boxe spettacolare, fa male ed è un atleta che ha imparato ad essere molto serio fin dall'inizio della carriera. L'ho visto fare delle intense sedute di guanti in palestra, insomma lo vedo pronto a disputare un match importante. Credo che anche la sconfitta con Rosales possa avere contribuito a farlo crescere come atleta e come consapevolezza.

Angelo Ardito: “Sorride, una volta si diceva le promesse da marinaio, per Angelo si dovrebbe dire le promesse del pugile - Leo si riferisce all'annuncio del ritiro che Angelo aveva menzionato lo scorso 2 Febbraio al Mandela. Comunque l'ho visto bene, ho assistito ad alcune sedute di guanti, tra l'altro anche con Moha. Angelo dimostra di essere ancora in forma ed ha ancora voglia di combattere

Dragan Lepei: “E' un ragazzo di carattere e con il pugno potente,  inoltre ha un Maestro con esperienza internazionale - Cristiano Mazzoni era a Las Vegas con Bottai quando Leo incrociò Thurman - e questo è sempre molto importante.

Oruam Romero: “E' all'esordio ed è un match unico, mi dicono che sia un pugile di temperamento, con un buona fisicità e con caratteristiche adatte al professionismo. Inoltre il mondo del professionismo può regalare tanti stimoli ad un atleta che intraprende la nuova strada.

Se dovessi dare un consiglio ai pugili protagonisti della serata del Mattioli: “Direi loro di avere sempre un obiettivo, di non navigare a vista, ma avere un punto di arrivo e poi, una volta conseguito andare avanti, un po' alla volta e sempre con grande umiltà.

Parlaci della tua attività di coach: “Faccio dei corsi in pausa pranzo ad un gruppo di ragazzi, inoltre anche da personal trainer. Sono in contatto con l'Assessore allo Sport Vannucci ed il presidente di quartiere Pierguidi, vorrei un spazio per fare una palestra di Boxe estiva. Ad Aprile abbiamo partecipato, come associazione, ai Campi di Marte, un'iniziativa che univa le discipline sportive e la degustazione di eccellenze gastronomiche, è andata molto bene, tante persone ed interesse per la Boxe.

Un'altra iniziativa che ho intrapreso è quella che utilizza gli esercizi della Boxe per i parkinsoniani, infatti sono uno dei 6 Maestri in Italia abilitati ad insegnare la Boxe come terapia per combattere la malattia. Sono in contatto con il dott. Bertoni che sviluppa anche a Firenze questo metodo. Ho visto con i miei occhi queste persone esercitarsi alla corda o fare la pera, esercizi che aiutano la coordinazione e sviluppano la concentrazione.

Obbadi VS Torres, biglietti: 20 euro tribuna, 30 bordo ring, 40 bordo ring prime 3 file, per info e prenotazioni Accademia Pugilistica Fiorentina - Viale Malta n. 8 - Leonardo 3387769949.
Per la zona di Pontassieve rivolgersi alla sede della Boxe Valdisieve via Giuseppe di Vittorio e tramite Fabio al 335/8254477.

Pugilato — rubrica a cura di Massimo Capitani

Massimo Capitani

Massimo Capitani — Massimo Capitani, Fiorentino. Da ragazzo pratica molti sport, fra cui il pugilato. Nel mondo della Boxe rientra, molti anni dopo, come inviato di Nove da Firenze

E-mail: boxe@nove.firenze.it