I-locate a Firenze: quattro giorni dedicati ai servizi di localizzazione on line

A Palazzo Coppini - Centro Studi e Incontri Internazionali meeting e workshop sul tema della geolocalizzazione applicato al campo socio-assistenziale


VIDEO — Firenze, 19 novembre 2014 – Fino al 21 novembre a Firenze, a Palazzo Coppini - Centro Studi Incontri Internazionali e Centro Arte e Cultura dell’Opera del Duomo, sono in corso vari eventi del progetto “i-locate” (www.i-locate.eu) che promuove lo studio della localizzazione e della gestione di oggetti e persone in spazi interni ed esterni attraverso l’uso di open data.

Dopo i meeting tecnici del 18 novembre, il primo appuntamento al Palazzo Coppini è oggi, 19 novembre, conThinkshop, un workshop sul tema della geolocalizzazione in campo socio-assistenziale. Una discussione aperta, basata sulla tecnica del brainstorming, per discutere nuove proposte utili allo sviluppo di servizi che possano aiutare le persone anziane (incluse quelle con deficit cognitivi) a vivere in modo indipendente e con dignità. Un momento di confronto mirato alla creazione di tecnologie di prossima generazione per individuare gli oggetti, i dispositivi e gli utenti all'interno di spazi interni ed esterni, per il monitoraggio continuo ma non invasivo degli utenti e per assisterli nel caso in cui siano rilevate condizioni di pericolo. Domani, 20 novembre, il Centro Arte e Cultura dell’Opera del Duomo (piazza San Giovanni 7) ospiterà la Conferenza Internazionale i-locate. L’obiettivo è riunire ricercatori, sviluppatori e professionisti per presentare e discutere i nuovi progressi nella ricerca, sviluppo e applicazione nel settore dei servizi di localizzazione per interni ed esterni. Alla conferenza parteciperanno esperti da ogni parte del mondo tra cui Clara Fresca Fantoni presidente di Assinter e general manager di Informatica Trentina SpA (Italia), Patrick Hogan, project manager di Nasa Ames (Usa), John Herring di Oracle (Usa), Pietro Elisei, vice presidente di Isocarp e direttore di Urbasofia (Romania), Maria Brovelli vicerettore di Como Campus e professore al Politecnico di Milano (Italia),Giandomenico Nollo responsabile dell’unità di innovazione in ricerca clinica e sanitaria presso la FBK (Italia).

L’evento si concluderà a Palazzo Coppini - Centro Studi Incontri Internazionali il 21 novembre con un incontro riservato, incentrato sulla pianificazione urbana.

I-locate” è un progetto co-finanziato dalla Commissione Europea all’interno del programma ICT-PSP e coordinato dalla Trilogis Srl, azienda di Rovereto (Tn) specializzata in tecnologie innovative nell’ambito dei dati geografici e dell’Internet of things. Obbiettivi del progetto sono: creare un portale per la condivisione di dati geografici aperti (open data) relativi a spazi “indoor” (come stazioni, centri commerciali, ospedali ecc); creare una tecnologia per la localizzazione che consenta la navigazione “porta a porta”, sia in contesti esterni che interni, attraverso l’utilizzo di numerose tecnologie (WiFi, GPS, Bluetooth) in maniera totalmente trasparente per l’utente; validare le tecnologie sviluppate da tredici siti pilota in Europa per casi di grande rilevanza tecnologica, sociale ed economica, come quello sanitario (con la guida “porta a porta” dei pazienti all’interno di un percorso clinico, da casa sino all’ospedale), dei servizi pubblici (per la guida dei cittadini sino all’ufficio pubblico di interesse), dei percorsi culturali e della gestione delle manutenzioni.

Già nel 2013 Palazzo Coppini ha ospitato un progetto della NASA, seguito da Patrick Hogan e sviluppato in collaborazione con il Politecnico di Milano, World Wind - Europa Challenge. Si conferma anche con l’evento i-locate lo spirito del Palazzo Coppini come Centro Studi e Incontri Internazionali; incontri soprattutto di giovani studiosi provenienti da tutto il mondo, promossi dalla Fondazione Romualdo Del Bianco e dal suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism.

i locate - Indoor/outdoor LOCation and Asset management Through open gEodata

Redazione Nove da Firenze