Hashish e marijuana in centro storico, arresti e processi per direttissima a Firenze

​Spacciatori di droga arrestati dalla Polizia Municipale


Sequestrati hashish e marijuana. Per uno dei pusher scattate anche denunce per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, resistenza e lesioni personali. Salgono a sette le misure cautelare per droga da inizio anno

Due spacciatori arrestati ieri e due processi per direttissima oggi. È questo l’esito di due interventi effettuati dalla Polizia Municipale in centro: in manette un italiano e un cittadino senegalese che è stato denunciato anche per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, resistenza e lesioni personali.

Il primo intervento è avvenuto ieri mattina intorno alle 8.30 in lungarno Acciaiuoli. Una pattuglia della Zona Centrale impegnata nel servizio di controllo dei bivacchi ha notato un uomo sdraiato in un giaciglio di fortuna in un rientro del lungarno. Su invito degli agenti l’uomo si è alzato ma era in evidente stato di agitazione: da sotto il suo corpo infatti sono spuntati due pacchetti presumibilmente di “fumo” avvolti nel cellophane. L’uomo, un 60enne veneziano già noto alle forze dell’ordine, su indicazione anche del Pm di turno è stato arrestato e portato al Comando della Polizia Municipale. La sostanza è stata inviata al laboratorio di analisi ed è risultato che si trattava di 35 grammi di hashish. L’uomo è stato denunciato per illecita detenzione di sostanza stupefacente che appare destinata a un uso non esclusivamente personale. Stamani è stato processato per direttissima: l’arresto è stato convalidato con obbligo di dimora e di firma.

Il secondo intervento invece risale alle 13.45. Una pattuglia di Rifredi, in servizio di appoggio all’Antidegrado in borghese e a bordo di scooter ha notato in piazza dell’Unità un uomo chino che stava nascondendo qualcosa sotto il new jersey. Quando gli agenti si sono avvicinati, questi all’improvviso si è scagliato contro di loro: dopo averli aggrediti e feriti, ha tentato la fuga. È stato però immediatamente bloccato e accompagnato presso i locali della Polizia Municipale in via dell'Agnolo. Sotto il new jersey gli agenti hanno trovato 5 grammi di marijuana e 34 grammi di hashish. I due agenti feriti sono stati accompagnati al Pronto Soccorso dove stati entrambi giudicati guaribili in sette giorni. L’uomo è stato accompagnato al gabinetto della Polizia Scientifica per il fotosegnalamento: si tratta di un 21enne senegalese residente a Lastra a Signa. Diverse le denunce a suo carico: detenzione ai fini di spaccio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, resistenza e lesioni personali. Anche per lui il pubblico ministero di turno ha disposto l’arresto che è stato convalidato stamani nel processo per direttissima con obbligo di dimora a Lastra a Signa.

Con questi salgono a 16 il numero degli arresti effettuati dalla Polizia Municipale da inizio anno, di cui 7 per droga. Nel 2017 furono complessivamente 16 di cui solo 2 legati alle sostanze stupefacenti. Un risultato frutto del potenziamento dei controlli sullo spaccio da parte della Polizia Municipale. 

Redazione Nove da Firenze