Guidava la bici non in regola, stangata di oltre 6mila euro

Lungarno Moro: i vigili hanno fermato un 32enne su un mezzo a pedalata assistita, assimilabile a un ciclomotore. Senza patente, targa e assicurazione. Argingrosso, camion con troppi calcinacci


Continua l’attenzione per la sicurezza stradale da parte della Polizia Municipale. Questa mattina sono stati effettuati alcuni controlli sul lungarno Aldo Moro da parte dell’autoreparto con l’ausilio di nuovi agenti della Polizia di comunità: è stato fermato un uomo a bordo di una bicicletta a pedalata assistita che procedeva senza pedalare. Dato che il veicolo, per questo motivo, rispondeva alle caratteristiche di un ciclomotore il conducente, un 32enne di Cagliari residente in provincia di Pisa, è stato sanzionato con un verbale non pagabile al momento (il cui importo da 154 euro a 616 euro sarà deciso dal Prefetto) e il mezzo sequestrato ai fini della confisca in quanto il veicolo circolava senza carta di circolazione. Inoltre dovrà pagare un verbale per circolazione senza targa (79 euro e fermo del veicolo per un mese), uno per circolazione senza patente (5.110 euro di sanzione) e uno per mancanza di copertura assicurativa (868 euro e taglio di 5 punti patente ove previsto).

Un’altra pattuglia ha effettuato un posto di controllo in via dell’Argingrosso all’altezza di via dello Scalo. Gli agenti hanno controllato un autoveicolo a carro condotto da un 54enne della provincia di Catanzaro: dall’esame con le bascule portatili è risultato che il veicolo, stracolmo di calcinacci, circolava con eccedenza di oltre il 30% della massa complessiva. Per l’uomo è scattata la sanzione da 431 euro, oltre al taglio di 4 punti patente. Poco dopo, hanno controllato un 46enne straniero residente a Firenze a bordo di un autocarro che trasportava materiale di risulta edilizia con formulario parzialmente compilato: per lui una sanzione da 516 euro in base al Testo Unico dell’Ambiente.

Redazione Nove da Firenze