Fridays For Future insiste su Nardella: "Non venga al corteo, stia in ufficio a recuperare"

L'invito di stamani del sindaco ad essere "inclusivi" è suonato come una provocazione e FFF Firenze risponde seccamente: "E' inclusiva una politica che distrugge il capitale naturale di tutti a favore dei guadagni di pochi?"


Nuovo capitolo della diatriba tra la sezione fiorentina di Fridays For Future e la politica locale. Al sindaco Dario Nardella, che stamani ha detto di voler partecipare allo Sciopero globale sul clima venerdì mattina 27 settembre nonostante l'invito a restare nel suo ufficio, gli attivisti di FFF replicano subito con un'altra nota, in pratica una lettera aperta nella quale invitano nuovamente Nardella e le altre forze politiche a lasciare perdere, a non andare domattina in piazza Santa Maria Novella per la partenza del corteo. E al sindaco che ha parlato della necesità di essere "inclusivi", FFF risponde dicendo che in questi anni le amministrazioni locali non hanno brillato come dialogo con i cittadini su questioni molto importanti. E consiglia a Nardella e a tutti i politici di "stare in ufficio per cercare di recuperare".

"Mal volentieri - si legge nella nota di Fridays For Future Firenze - ci troviamo nuovamente costretti a rispondere al sindaco Nardella e all'ennesimo tentativo di strumentalizzare la questione climatica. Desidereremmo concentrarci su questioni più importanti ma le parole vuote sono più tossiche dei gas serra. Vorremmo ragionare con lei sul reale significato di alcune sue parole, fiduciosi che questa volta possa superare una semplice prova di comprensione del testo. Sono inclusive politiche ed opere inutili che aggravano la crisi climatica ed escludono le future generazioni da una vita serena in un mondo vivibile? È stato il dialogo con i cittadini il presupposto ai progetti come inceneritore, TAV ed aeroporto? È inclusiva una politica che distrugge il capitale naturale di tutti a favore dei guadagni di pochi?".

E ancora: "È positiva l'adesione del mondo politico che fino ad oggi non ha nemmeno pronunciato le parole "emergenza climatica" nonostante il problema fosse noto da tempo? Quanto può essere utile il contributo di chi, in una situazione di emergenza afferma "se poi il mondo politico, oltre ad aderire, introduce delle misure complete ancora meglio"? Fino ad ora le sue misure, come quelle degli altri decisori politici locali, sono state insufficienti. Consigliamo a lei e a tutti i politici degli altri partiti di stare in ufficio per cercare di recuperare", conclude Fridays For Future Firenze.

Il concentramento è fissato alle 9 in piazza S. Maria Novella con partenza prevista alle 10.

Redazione Nove da Firenze