Forteto, alla Camera la legge sulla Commissione parlamentare d'inchiesta

Arriva in Commissione alla Camera la decisione sulla Commissione d'inchiesta in merito al caso Forteto


Il deputato di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, commenta la notizia del ricorso della Cooperativa contro l'archiviazione di una querela a Paolo Bambagioni: "Esprimo tutta la mia solidarietà e vicinanza a Paolo Bambagioni: in qualità di suo vicepresidente nella Commissione regionale d'inchiesta sul Forteto ho potuto apprezzare, pur da schieramenti opposti, la serietà oltre che la tenacia che ha messo su questa vicenda. Come lui ho ricevuto anche io querele dalla cooperativa agricola e non ci fermeranno: domani in commissione alla Camera discuteremo della Commissione d'inchiesta sul caso Forteto, queste azioni non sono altro che la conferma che in quel luogo è cambiato molto poco e noi andremo fino in fondo per fare luce sulla vicenda e dare giustizia alle vittime. Purtroppo la discontinuità al Forteto non c'è mai stata e il fatto che ancora oggi quella che dovrebbe essere la 'nuova governance' insista a portare in tribunale chi denuncia ne è la dimostrazione - sottolinea Donzelli - Una volta di più rinnovo l'invito al Ministro Di Maio a intervenire al più presto su una struttura che sta muovendo i suoi ultimi colpi di coda dopo aver goduto per decenni di complicità e silenzi" conclude il parlamentare toscano.

“Esprimo la più sentita e profonda solidarietà al consigliere Paolo Bambagioni” ha dichiarato il presidente dell’Assemblea toscana Eugenio Giani, riferendosi alla vicenda deflagrata nell’udienza che si terrà il 18 dicembre prossimo per l’opposizione della Cooperativa il Forteto contro l’archiviazione di una querela nei confronti dell’ex presidente della seconda commissione d’inchiesta del Consiglio regionale della Toscana, Paolo Bambagioni (Pd) appunto, per alcune dichiarazioni rilasciate agli organi d’informazione.

“Siamo di fronte a un atto assolutamente inaccettabile – ha proseguito Giani – che dimostra in realtà la buona fede e il lavoro corretto e costruttivo portato avanti dalla commissione d’inchiesta presieduta da Bambagioni, come dalla precedente presieduta da Stefano Mugnai” (l’allora consigliere di Forza Italia, ora eletto alla Camera dei deputati, è stato presidente della prima commissione regionale d’inchiesta, che ha svolto i propri lavori tra giugno 2012 e gennaio 2013 ndr).

“Tutto il Consiglio regionale – ha concluso Giani – è vicino a Bambagioni, e lo affermo come presidente. Lascia molto perplessi e sgomenti il fatto che si sia arrivati a un atto come questo contro chi ha lavorato con serietà e impegno per l’accertamento della verità in una materia che ha creato profondo disagio e costernazione in tutta la regione”.

Dichiarazione del Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti, a nome del Gruppo consiliare, e dell’on. Stefano Mugnai (Coordinatore regionale di Forza Italia in Toscana Presidente I Commissione d’inchiesta e membro della ‘Forteto bis’) «Piena solidarietà a Paolo Bambagioni, oggetto di una sorta di strategia della tensione solo per aver cercato la verità su una vicenda, quella del Forteto, che ha visto e vede anche Forza Italia in prima linea e al suo fianco nel lavoro condotto in Consiglio regionale nell’ambito delle due Commissioni regionali d’inchiesta che si sono succedute e che sono entrambe culminate in conclusioni unanimi. Quanto è stato ricostruito nel corso di quei lavori ha trovato poi piena rispondenza nella verità giudiziaria cristallizzata in sentenze di condanna fino al terzo grado. Certo i tentativi di intimidazione da parte del sistema-Forteto non potranno arginare l’ambizione alla verità ormai sempre più diffusa a quasi ogni livello civile, politico, istituzionale. Siamo tutti Bambagioni».

Redazione Nove da Firenze