Formazione in e-learning: accordo Regione-Ingegneri

La piattaforma Trio della Regione Toscana servirà ai professionisti per mettere in rete la loro conoscenza. Il presidente Fianchisti “Più efficiente ed efficace l’organizzazione della proposta formativa”


Firenze, 23 gennaio 2020 - Nuovi corsi e contenuti formativi per gli ingegneri, dalla gestione del territorio all’ambiente toccando tutte le tematiche dell’ingegneria civile. Professionisti che mettono in rete la loro conoscenza grazie alla piattaforma Trio della Regione Toscana. Sono questi gli obiettivi della ‘Convenzione per la formazione in e-learning’ stipulata dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze con la Regione Toscana.

Dal prossimo mese, quindi, gli iscritti all’Ordine avranno la possibilità di accrescere le proprie competenze professionali anche sulla piattaforma Trio, il progetto di e-learning della Regione Toscana finanziato con risorse del Por 2014-20 del fondo sociale europeo. Un portale nato più di 20 anni fa che mette a disposizione di cittadini, organizzazioni pubbliche, organismi formativi ed imprese private, una piattaforma gratuita di corsi e servizi digitali per l'apprendimento e la formazione professionale. Grazie a questo accordo, gli iscritti all’Ordine potranno avere accesso a nuovi contenuti su temi qualificanti per la comunità professionale, utili al conseguimento di crediti formativi, oltre che avere accesso a moduli che arricchiscono le competenze trasversali, come lingue, informatica e gestione e innovazione dei processi d'azienda. Dal canto suo, la Regione potrà mettere a sistema le competenze degli ingegneri per arricchire il catalogo formativo della piattaforma Trio con contenuti utili per i cittadini, per altri professionisti o per le pubbliche amministrazioni.

"In un mercato del lavoro che sta cambiando abbiamo due scelte: o lo subiamo oppure ci facciamo trovare pronti e proviamo a gestire transizioni e cambiamenti”, afferma l'assessora regionale alla formazione, istruzione e lavoro Cristina Grieco. “Viviamo in un mondo digitale ed acquisire adeguate competenze è essenziale. L'uso delle tecnologie non può essere fine a se stesso. Servono politiche fluide e Trio e la teleformazione offrono strumenti in tal senso ad una vasta platea”.

“Un grande passo per la formazione dei nostri iscritti”, ha detto il presidente dell’Ordine degli Ingegneri, Giancarlo Fianchisti. “Gli ingegneri avranno la possibilità di selezionare i corsi di loro interesse, aggiornarsi senza spostamenti e negli orari loro più congeniali. L’Ordine potrà rendere più efficiente ed efficace l’organizzazione della proposta formativa e mettere a disposizione del sistema toscano il suo know how. Garantiremo alla Regione Toscana moduli online di attualità e di sicura qualità tecnico-scientifica”.

In questi anni, sulla piattaforma Trio, si sono registrate più di 500 mila iscrizioni, 2 mila prodotti formativi e 1 milione di corsi. Attualmente ci sono circa 77 mila utenti attivi. Di recente, la piattaforma è stata riprogettata grazie al lungo lavoro portato avanti dalla Regione insieme a un team multidisciplinare di graphic designer, web designer, esperti di comunicazione web, esperti di comunicazione istituzionale, esperti di e-learning e ricercatori. Aggiornata anche l’infrastruttura tecnologica per offrire percorsi più semplici e collegamenti diretti alle principali sezioni, ma soprattutto facilitare la ricerca delle risorse didattiche e favorire una migliore esperienza di navigazione.

Redazione Nove da Firenze