Firenze, occupazione in crescita

Circa 28mila nuovi ingressi previsti nel mondo del lavoro da maggio a luglio: +10%. Importante il ruolo degli incentivi della Toscana. Baldi (Cna): "Incentivi ancora attivi per giovani laureati, dottori di ricerca e persone disabili". Le figure più richieste nel terziario turistico, commerciale e moda


Sono oltre 28mila i nuovi ingressi nel mondo del lavoro previsti da maggio a luglio nella Città Metropolitana di Firenze: il 10% in più rispetto all’anno scorso.

Un incremento, fa sapere la Cna, in cui certo non giocano un ruolo marginale i contributi stanziati dalla Regione Toscana per l’occupazione, a tempo indeterminato e determinato, di particolari fasce della popolazione: donne disoccupate, persone con disabilità, lavoratori licenziati dal 2008, disoccupati over 55, soggetti svantaggiati, giovani laureati e/o laureati con dottorato di ricerca.

“Solamente alle imprese che ne hanno fatto richiesta presso i nostri uffici dell’intera Città Metropolitana sono stati concessi circa 198mila euro” fa sapere Monica Baldi, responsabile della Consulenza del lavoro di CNA Firenze Metropolitana.

“Temporaneamente, in considerazione dell’esaurimento delle risorse e al fine di una ricognizione di nuove, la Regione ha sospeso la concessione di incentivi per l’assunzione di alcune delle categorie previste dal bando, ma rimangono ancora attivi per giovani laureati, dottori di ricerca e persone disabili” prosegue Baldi.

Gli incentivi per l’assunzione vanno da 2.000 a 10.000 euro a seconda del tipo di contratto e della categoria cui appartiene il soggetto assunto. Inoltre, le imprese possono contare anche su un ulteriore incentivo (da 2.000 a 7.500 euro) nel caso trasformino i rapporti di lavoro attivati grazie al bando da determinati ad indeterminati.

Per avere ulteriori informazioni o presentare domanda: 0552651525 – mbaldi@firenze.cna.it

La Camera di Commercio di Firenze informa che, fino a luglio, le figure più richieste saranno quelle del terziario-turistico, della moda e del terziario commerciale.

Redazione Nove da Firenze