Firenze: nuove piste ciclabili in arrivo in zona Gignoro e Ponte Rosso

Approvati i progetti definitivi per un investimento di 800.000 euro. L’assessore Giorgetti: “Confermato l’impegno dell’Amministrazione a favore della ciclabilità”


Si amplia ancora la rete delle piste ciclabili a Firenze. La giunta comunale nell’ultima seduta ha dato il via libera a due progetti per la realizzazione di ulteriori percorsi riservati alle biciclette nelle zone Gignoro-Rovezzano e via XX Settembre-Ponte Rosso per complessivi 800mila euro finanziati nell’ambito del programma PON Metro.

“Questi progetti rappresentano un’ulteriore tassello del lavoro dell’Amministrazione a favore della ciclabilità – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –. Si tratta di nuove piste ciclabili che collegano percorsi esistenti dando loro continuità come in via XX Settembre ma anche realizzazioni di percorsi ex novo in zone come Gignoro e Rovezzano dove finora non erano presenti. Continua quindi il nostro lavoro con l’obiettivo, anche grazie alla Bicipolitana, di passare dai 90 ai 120 stiamo chilometri entro la fine della consiliatura. A questo si affiancano gli interventi che stiamo facendo sulle rastrelliere, sia con l’attività di pulizia e manutenzione sia con il piano di sostituzione e collocazione di nuovi dispositivi in tutti i quartieri che ha preso a fine novembre”.

Il progetto relativo alla direttrice XX Settembre-Ponte Rosso si sviluppa in continuità al percorso ciclo-pedonale esistente che partendo dall’incrocio con via Vittorio Emanuele II si collega a quello riservato alle bici di via Mafalda di Savoia. Attualmente i due tronconi, pur ravvicinati, di fatto non sono collegati. La soluzione scelta dai progettisti è quella di dare continuità al percorso promiscuo già esistente allargando il marciapiede e limitando l’impatto sulla sede stradale. In concreto sarà realizzata una nuova piattaforma con finitura in asfalto colorato delimitata lato strada da un cordonato sul modello di quello già presente nell’altro tratto di via XX Settembre. Proseguendo su Ponte Rosso, il progetto prevede la continuazione del percorso in promiscuo sul marciapiede sul lato a valle del ponte che sarà opportunamente allargato in corrispondenza dell’incrocio con via XX Settembre. Una volta superato il ponte è previsto l’adeguamento funzionale degli attuali attraversamenti pedonali su viale Milton e via del Ponte Rosso con la realizzazione di corsie ciclabili riservate affiancate ai passaggi pedonali, la riduzione dei tratti di attraversamento della sede stradale con l’allungamento delle isole salvagente e modifiche delle isole spartitraffico. Il raccordo con la pista esistente su via Mafalda di Savia sarà attuato con una corsia riservata a doppio senso realizzata grazie all’ampliamento del marciapiede lato Parterre.

Per zona di Gignoro-Rovezzano sono stati elaborati due progetti distinti: quello relativo al percorso su via del Gignoro e via della Casaccia che si sviluppa a tratti in sede propria e a tratti in promiscuo collegando le piste esistenti nell’area di Coverciano-Campo di Marte; e quello della diramazione di via Vitelli, che consente il collegamento con pista che da via della Chimera arriva fino alla fermata ferroviaria di Rovezzano. In dettaglio su via del Gignoro l’intervento inizia con l’affiancamento di corsie riservate ciclabili all’attuale attraversamento pedonale all’altezza di via Novelli, prosegue per un breve tratto sul marciapiede, sempre in corsia riservata, e una volta attraversata via Pasquali il nuovo percorso ciclabile si sviluppa in sede propria fino a via del Mezzetta. Successivamente il percorso ciclabile torna a fianco del marciapiede, che nell’occasione viene allargato, fino alla rotatoria di via del Gignoro, da dove prosegue in promiscuo con i pedoni fino a via della Casaccia. Su quest’ultima strada il percorso ciclabile sarà realizzato in parte in sede separata e in parte in promiscuo ciclo-pedonale fino al collegamento con la pista di lungarno Aldo Moro e, tramite la diramazione di via De Andrè, alla ciclo-pista sull’argine dell’Arno.

Infine il progetto della diramazione di via Calasso-via Vitelli prevede la costruzione di una pista ciclabile in sede propria lungo il marciapiede nord e brevi tratti di percorso promiscuo sul marciapiede. Completano l’intervento la sistemazione dello slargo alla confluenza di via Comparetti e via delle Chimera, il prolungamento della fascia di separazione a verde tra via Vitelli e via della Chimera (con l’impianto di nuove alberature), posti per la sosta auto sul lato nord.

Redazione Nove da Firenze