Rubrica — Running

Firenze Marathon: domani il via

Domenica 25 novembre l’internazionale corsa su strada giunta alla 35^ edizione. L'elenco delle strade toccate dall'evento con i tempi di percorrenza dal primo all'ultimo concorrente, la presentazione dei top runners, la staffetta e la Ginky Family RUn


L’appuntamento è di quelli più attesi nel capoluogo toscano perché coniuga sport, salute e divertimento. La Firenze Marathon, l’internazionale corsa su strada giunta quest’anno alla 35^ edizione, si svolgerà domenica 25 Novembre: è una manifestazione caratterizzata dal grande fascino di secoli di arte, storia e cultura che accompagnerà i partecipanti lungo i 42 chilometri e 195 metri del percorso.

Sono 9400 di 80 nazioni gli iscritti alla 35^ Asics Firenze Marathon che parte alle 8.30 da Piazza Duomo, preceduta dalla partenza della gara per diversamente abili in carrozzina alle 8.27. L’arrivo, dopo 42 km e 195 metri è sempre in Piazza Duomo. Numerose adesioni sono infatti arrivate nella finestra iscrizioni aperta al Marathon Expo nelle giornate di venerdì e sabato, Marathon Expo che oggi ha avuto l’epilogo alla Stazione Leopolda gremita fino all’inverosimile. Circa 40 le band musicali che saranno dislocate lungo il percorso a creare ulteriore aria di festa. In molti si stanno dando appuntamento al km 13 che è situato in Piazzale Kennedy alle Cascine, km 13 dedicato a Davide Astori. La famiglia del giocatore sarà presente all’arrivo e una delegazione di giocatori e giocatrici della Fiorentina sarà al 13° km a formare un corridoio per incitare gli atleti. I podisti vi transiteranno tra le 8.53 (prima carrozzina in gara) e le 10.34 (quando è previsto il passaggio dell’ultimo degli atleti). Il tempo massimo per arrivare al traguardo invece è fissato in 6 ore e 15.

La Firenze Marathon è il principale evento di corsa su strada che si svolge in Toscana e, ormai per diritto, la maratona internazionale più importante d'Italia, oltre che tra le prime 20 al mondo per numero di partecipanti e qualità. Un evento di portata internazionale in cui, oltre allo sport, è protagonista il patrimonio storico-culturale di Firenze, cornice straordinaria di questo atteso appuntamento.

STAFFETTA BENEFICA

Tra gli eventi di giornata la Staffetta Huawei 3x7 km che ha avuto un’adesione di quasi 300 staffette per poco meno di 900 atleti. Tra i protagonisti anche le Glorie Viola ed elementi dello staff della Fiorentina, con il vicepresidente Gino Salica e Giancarlo Antognoni anche loro presenti alla partenza. Hanno partecipato in corsa Marco Donadel, Celeste Pin, Alberto Orlando, Alberto Malusci, Roberto Galbiati, Sauro Fattori, Marco Vendrame e la responsabile comunicazione Elena Turra che ha fatto più che bene chiudendo la frazione in 33 minuti. La staffetta è stata vinta in campo maschile dal team degli Assi Giglio Rosso composto dai giovani mezzofondisti classe 2000 Costantino Seghi e David Affortunati e dal veterano classe 1974 ex siepista Daniele Banchini col tempo complessivo di 1 ora 13’08” con miglior tempo individuale di Seghi (22’22”). Al secondo posto il Team degli Asics Frontrunners (Giuseppe Laudicina, Mattia Pirotti, Claudio Flore) in 1:17’35”. Terza la Rinascita Montevarchi (Calabrò, Fejzai, Taras) in 1:19”25”. Prima staffetta femminile la “Pizza Party” composta da tre atlete dell’Atletica Firenze Marathon tutte campionesse italiane Allieve (Under 18) nelle rispettive discipline, Maddalena Pizzamano, Emma Sangalli e Lucrezia Misuri, decimo posto assoluto con crono finale di 1:23’18” (25’46” della Sangalli il miglior tempo di frazione). Al secondo posto le Asics Frontrunners Federica De Nicola, Ilaria Novelli e Luisa Iogna Prat in 1:23’24”. Il Trofeo Mauro Pieroni alla onlus Benefica che ha veicolato più iscritti è andato ad Emergency­. Tutte le quote iscrizioni infatti sono state devolute alle circa 40 onlus benefiche che hanno aderito all’iniziativa.

BAMBINI E FAMIGLIE
Nel pomeriggio la Ginky Family la minicorsa di circa 3 km soprattutto per bambini e famiglie, sicuramente disturbata dalla pioggia: ciononostante erano in 500 al via da Piazzale Gui, davanti al teatro del Maggio Musicale Fiorentino. 

TOP RUNNERS

Nel pomeriggio sono stati presentati i top runners presso il Marathon Expo alla Stazione Leopolda. L’obiettivo come spesso accaduto in passato è quello di battere il primato della corsa che appartiene al keniano James Kutto fatto nel 2006 con 2 h 08’40”. Per le donne invece bisogna risalire al 2002 quando la slovena Helena Javornik fermò il cronometro sulle 2 h 28’15”. Per questo le due lepri cercheranno di tirare il gruppo ad un passaggio di 1h04’00” per gli uomini che riporta una proiezione finale possibile di 2h07’59” e di 1h13’50” per un possibile tempo sulla finish-line di 2h27’41” per le donne. Da tenere d’occhio al maschile il keniano pettorale 6 Gilbert Kipruto Kirwa terzo l’anno scorso proprio qui a Firenze, ma anche il numero 2 Bonsa Dida Direba che ha vinto le maratone cinesi di Xiamen e Pechino e vanta un primato personale di 2h07’. Attenzione ai tre esordienti: col pettorale 1 il keniano Abraham Kiplagat, il 3 Abdi Ali Gelelchu dal Barhein e il 5, ruanedese Felicien Muhitira. A tenere alta la nostra bandiera Ahmed Nasef, origini marocchine, naturalizzato italiano e due volte Campione italiano 2016 e 2017 di maratona: “Il mio obiettivo è stare attaccato ai keniani – ha affermato Nasef – Ho avuto diversi mesi di stop causa infortunio, ma ora ho recuperato e spero di correre forte. Ho già gareggiato qui a Firenze facendo da pacer al mio amico Eyob Faniel (terzo due anni fa). Spero solo nelle condizioni meteo, che non siano difficili. Perché qui si può correre davvero bene”.

Gara femminile che vedrà nell’israeliana Lonah Chemtai Sampeter (pettorale F2) l’atleta più attesa grazie anche alla sua medaglia d’oro nei 10000 metri su pista conquistata questa estate ai Campionati Europei di Berlino. Ha corso diverse volte la maratona con un miglior tempo di 2h40’16”, ma si è allenata forte in Kenia e le previsioni sue e del suo staff sono molto ottimistiche. Con il pettorale F1 a tenerle testa ci proverà la keniana Caroline Chepkwony che vanta un personale di 2h27’27”, mentre con F3 ci sarà l’etiope Ayele Gebaynesh Gedamu capace di correre la sua miglior maratona con 2h26’54”. Sara Jebet, keniana, non è da sottovalutare, il suo 2h31’09” è di tutto rispetto. F7 per la ruandese Clementine Mukandanga che ha 2h35’45” la sua miglior maratona mentre. C’è spazio anche per una campionessa mondiale: Nikolina Sustic in settembre ha vinto l’oro iridato nella 100 km ultramarathon. Non è una novità, la croata ha già vinto per quattro volte la 100km del Passatore, ha corso la maratona europea di Berlino e ha fatto otto maratone in Italia quest’anno. Solo in questo novembre ha piazzato il suo primato personale di 2h42’10” a Torino e poi la settimana scorsa l’ha quasi replicato con 2h42’26” sulle strade di Verona: “Ho fatto decine di maratone in Italia in questi anni, ma è la prima volta a Firenze e sono emozionata. Voglio ancora correre sul passo delle 2h42’, magari fare ancora il personale scendendo a 2h41’, chissà. La mia stagione è stata lunga, compresa la vittoria del mondiale 100km”. Colori italiani rappresentati dalla veneta Maurizia Cunico, più volte protagonista sulle strade fiorentine: “Nel 2016 finì 6à in 2h50’50”, l’anno scorso 8à in 2h53’51 “ma ho avuto tanto freddo, non mi ero coperta bene, e questo mi ha impedito di correre bene. Quindi mi ripresento ancora per battere il mio primato personale di 2h47’54”. Ci ho provato un mese fa alla Venicemarathon ma nei chilometri finali con l’acqua alta ho dovuto rallentare. Ora sto ancora bene, sono ancora in forma. Speriamo sia la volta buona, sono fiduciosa, certo le condizioni meteo giocheranno un ruolo fondamentale. La mia stagione è stata perfetta, mi sono migliorata sulla mezza maratona correndo in 1h20’10” e in altre gare sono andata più forte di sempre. Ce la metterò tutta”.

LE STORIE

Tra i partecipanti anche Giampaolo Biagioni, pistoiese, affetto da leucemia mieloide cronica, che si accinge a correre la sua decima maratona di Firenze, tesserato per il Cai Pistoia, dopo aver corso anche altre maratone e la 50 km Pistoia-Abetone . “Non avrei dovuto correrne nemmeno una in linea teorica – ha spiegato – ma con la tenacia, passo dopo passo sono arrivato fino a qui, ma mi piace diffondere il messaggio a coloro che sono nelle mie condizioni o in condizioni simili che non bisogna mai perdere la speranza, c’è sempre una via di fuga. Almeno si spera. Io ho avuto nella sfortuna la fortuna di poter partire per la decima”. “Noi saremo tutti ad aspettarlo al traguardo”, spiega la moglie Antonella. Angelo Cellai, invece nato a Forlì ma per molti anni, dall’età di tre, ha abitato a Sesto Fiorentino, è invece diabetico dal 1970 e insulino-dipendente tipo uno. Nel 2004 si è sottoposto a trapianto delle isole pancreatiche per risolvere il diabete, ma ci è riuscito solo parzialmente risolto. Una volta ha completato la 100 km del Passatore, nel 2015, in 11 ore e 55’. Ha corso una ventina fra maratone e ultramaratone, lo scorso 4 novembre ha corso la maratona di New York. Ha 3 ore e 20’ di primato personale, fatto a Torino. Domani sarà al via “anche se non troppo allenato – spiega - per un problema di cambio di lavoro e di logistica per cui l’obiettivo è scendere sotto le 4 ore”. E’ tesserato per la Marathon Roma Castelfusano. “Le cose si ottengono con la perseveranza e non facendosi abbattere”, il suo motto. 

I CONVEGNI 

Oggi anche i dibattitiFirenze, la città dello sport” con Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze, Gino Salica, vicepresidente A.C.F. Fiorentina, Marcello Marchioni presidente ASSI Giglio Rosso, Elio Sità presidente Fipav Toscana e del Comitato organizzatore dei Mondiali di Volley, Massimo Gramigni direttore Mandela Forum, Paolo Chirichigno, responsabile delle pagine sportive di Firenze de La Nazione. Moderatore Giampaolo Marchini, caporedattore de “La Nazione”. Poi in collaborazione con Fidal Toscana il convegno “Lo sviluppo della forza del maratoneta” con il tecnico Renato Canova tecnico, Maurizio Cito allenatore di Yohanes Chiappinelli, oro sui 3000 siepi agli Europei Under 23 2018, Giorgio Damilano olimpionico di marcia, Giorgio Garello tecnico Asics. Moderatore è stato Massimiliano Santangelo, Segretario generale Fidal Toscana.

SAN BENEDETTO PRESENTE CON ACQUA MINERALE ECOGREEN

Forte dei suoi valori legati allo sport e al benessere, non può mancare il contributo e la partecipazione di Acqua Minerale San Benedetto, che parteciperà alla gara in qualità di partner ufficiale. Gli atleti potranno dissetarsi con l’acqua minerale in bottiglia da mezzo litro “Ecogreen”, la linea dedicata a chi ama la natura, studiata per contribuire a preservare le energie del nostro pianeta; un grande esempio di innovazione e sostenibilità, la prima a CO2 eq compensata, con il 100% delle emissioni neutralizzate. Ecogreen è la prima linea in Italia ad aver ricevuto dal Ministero dell’Ambiente la certificazione del Programma per la validazione dell’impronta ambientale. Dal 2013 al 2017, con Ecogreen – disponibile nei formati da 0,5 L, 1,5 L e 2L - sono state ridotte le emissioni di gas effetto serra del 20,3 % e utilizzato fino al 50% di R-PET, il massimo previsto dalla normativa. Il maggiore uso di PET rigenerato comporta minore ricorso alla materia prima ed è quindi un modo intelligente di riutilizzare le bottiglie favorendo la salvaguardia ambientale.

LA MARATONA IN TV

La Rai trasmetterà una differita su RaiSport nella stessa giornata della manifestazione, domenica 25 novembre dalle 12.30 alle 14. Replica anche dalle ore 24 alle 1,30 della notte stessa.

VIABILITA’

Il percorso fiorentino infatti, si muove attraverso scorci paesaggistici e monumenti di una rara bellezza, che hanno reso la città del Giglio famosa in tutto il mondo. Un tracciato che prevede partenza e arrivo in Piazza Duomo con passaggi nei luoghi più affascinanti di Firenze tra cui Piazza della Signoria, Ponte Vecchio, Piazza Santa Croce, Piazza Pitti. Il tragitto è sempre su strade asfaltate e senza dislivelli, caratteristiche che lo rendono particolarmente scorrevole e apprezzato da tutti gli atleti. Un dettagliato piano di viabilità è stato preparato dal Comune di Firenze e riportato anche sul sito www.firenzemarathon.it. Si ricorda che i viali di circonvallazione saranno già liberati un’ora dopo la partenza. Per il resto il consiglio è quello di lasciare il più possibile l’auto a casa e godersi la giornata di vera e propria festa con una città immersa in un’atmosfera particolare, magari andando lungo il percorso ad incitare gli atleti.

CRONACA LIVE 

Cronaca e immagini in tempo reale sulla pagina Facebook di Firenze Marathon poi classifica e resoconto subito dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente sul sito internet www.firenzemarathon.it .

Il programma di domani
8:27 Partenza Maratona Atleti Diversamente Abili – Piazza Duomo
8.30: Partenza Maratona 42,195 km – Piazza Duomo
9:45 Arrivo primi concorrenti Diversamente Abili - Piazza Duomo
10:40 Arrivo primi concorrenti Maratona – Piazza Duomo
11.15 Premiazioni ufficiali – Piazza Duomo

14:45 Tempo massimo per concludere la gara.

Redazione Nove da Firenze