Firenze, cani senza guinzaglio nelle aree verdi: multati i proprietari

Polizia municipale: continuano i controlli del Reparto di Rifredi in particolare nei giardini di Villa Fabbricotti e dell’Orticoltura


Proseguono i controlli della Polizia Municipale per i cani senza guinzaglio nelle aree verdi. Anche in risposta alle numerose segnalazioni arrivate dai cittadini, gli agenti del Reparto di Rifredi nei giorni scorsi sono intervenuti nei giardini di Villa Fabbricotti e dell’Orticoltura dove, malgrado i controlli siano assidui le richieste di intervento continuano ad arrivare. Nei ultimi cinque servizi murati effettuati sono stati elevati sei verbali. Tra questi anche quello al proprietario di due cani lasciati liberi nel giardino di Villa Fabbricotti che, nonostante i ripetuti inviti degli agenti di mettere il guinzaglio a due animali e di collaborare per il controllo dei chip, si è rifiutato anche di dare le generalità allontanandosi verso l’uscita del parco. Dopo l’ennesimo rifiuti, anche per la sicurezza dei cani che sempre senza guinzaglio stavano per arrivare sulla strada, gli agenti hanno chiesto supporto. Dopo qualche minuti sul posto sono arrivate due pattuglie che, con le dovute cautele per la tutela degli animali, sono riusciti a fermare l’uomo in via Stibbert. Questi ha quindi esibito i documenti e permesso il controllo del chip identificativo dei cani ai quali ha messo il guinzaglio. Per l’uomo, un fiorentino residente nella zona di via Reginaldo Giuliani, è scattata la sanzione da 60 euro per la condotta irregolare di animali oltre alla denuncia per il rifiuto di dare le generalità.

Doppia sanzione invece per un cittadino peruviano sorpreso dagli agenti nel giardino dell’Orticoltura con un cane che, senza guinzaglio, scorrazzava libero nel parco dove c'erano diverse persone compresi bambini. Sia l’uomo che le due persone che erano in sua compagnia si disinteressavano completamente al comportamento del cane: l’animale si avvicinava, anche se non in modo aggressivo, ai frequentatori del giardino e non rispondeva ai comandi del proprietario. Alla fine gli agenti sono entrati in azione una volta che il cane è saltato in direzione di un bambino piccolo impaurendo la madre. La pattuglia ha quindi invitato l’uomo a mettere il guinzaglio al cane: due le sanzioni, oltre quella per la condotta irregolare anche per la mancanza dei sacchetti o idonei contenitori per la raccolta delle deiezioni (complessivi 120 euro).

Redazione Nove da Firenze