Firenze 2020: come cambia la città del futuro con il nuovo regolamento urbanistico

Incontro pubblico organizzato dalla Consulta delle professioni tecniche di Firenze. L’assessore Meucci: “Siamo presenti per ascoltare il loro prezioso contributo”


Come cambierà la città nei prossimi cinque anni? Che volto avrà con il nuovo Regolamento urbanistico che sta per essere approvato in via definitiva dal Comune? Sono i temi al centro dell'incontro pubblico Firenze 2020, in programma mercoledì 26 novembre dalle 15.30 al Palagio di Parte Guelfa. All’iniziativa parteciperà l’assessore alle Politiche del territorio e patrimonio Elisabetta Meucci. Presenti inoltre in rappresentanza dell'Università di Firenze esponenti del dipartimento di Architettura, l'Unità di ricerca Sup&r e l'Unità di ricerca Ppcp, oltre al Centro internazionale di studi sul disegno urbano, ad esperti di Legambiente Firenze, Fondazione Bioarchitettura, associazione nazionale di Architettura bioecologica e l'associazione internazionale Cultura e progetto sostenibile Ecoaction.

“Apprezziamo l’iniziativa organizzata dall’Ordine degli Architetti di Firenze e volentieri siamo presenti laddove si dibatte per il miglioramento del regolamento urbanistico – ha detto l’assessore Meucci – Sarà un’occasione per ascoltare il contributo che arriva dagli architetti e dal dibattito che sorgerà tra loro: per noi sarà fondamentale come ogni contributo volto a migliorare il piano nell’interesse della città. All’iniziativa – ha proseguito l’assessore - saranno presenti anche alcuni tecnici del Comune, proprio per valutare gli aspetti tecnici che emergeranno dalla discussione. L’evento rappresenterà anche un’ulteriore occasione di crescita professionale per i giovani architetti. Buon lavoro a tutti”.
“Il nuovo Regolamento urbanistico – dicono gli organizzatori – disegnerà la città dei prossimi cinque anni almeno, andando a incidere profondamente sulla vita quotidiana di tutti i fiorentini. Per questo abbiamo voluto creare uno spazio di discussione informale aperto all'intera cittadinanza. Come professionisti, associazioni e studiosi metteremo a loro disposizione le nostre competenze per una maggiore consapevolezza del futuro della città”.
L'incontro è organizzato dall'Ordine provinciale degli Architetti di Firenze insieme alla Consulta provinciale delle professioni tecniche che oltre agli Architetti riunisce i Collegi provinciali dei Geometri, dei Periti agrari e dei Periti industriali, gli Ordini provinciali degli Ingegneri e degli Agronomi e l'Ordine dei Geologi della Toscana.

Il nuovo Regolamento urbanistico – dicono gli organizzatori – disegnerà la città dei prossimi cinque anni andando a incidere profondamente sulla vita quotidiana di tutti i fiorentini. Per questo abbiamo voluto creare uno spazio di discussione informale aperto all'intera cittadinanza. Come professionisti, associazioni e studiosi metteremo a loro disposizione le nostre competenze per una maggiore consapevolezza del futuro della città”.

Redazione Nove da Firenze