Rubrica — Fiorentina

Fiorentina avanti in Coppa Italia: sconfitto il Monza in rimonta

Nella prima gara ufficiale della stagione i Viola soffrono ma sconfiggono il Monza grazie a Vlahovic. Una manovra lenta e macchinosa, imprecisione in attacco e difficoltà nella fase difensiva. Bene Montiel e Sottil. Boateng e Chiesa in ombra.


A dieci minuti dalla fine la Fiorentina stava rischiando di fallire il primo obiettivo stagionale. Perdeva, infatti, contro il Monza. Un risultato imprevedibile per una squadra che rammentava nel gioco l'inconcludenza della passata stagione. Era la prima partita ufficiale di una Fiorentina che, pur ancora incompleta non poteva permettersi di non superare quest’ostacolo. Per fortuna è arrivato il colpo di scena che ha cambiato tutto. L'inserimento tardivo di una vera punta come Vlahovic e di un assist man come Montiel ha salvato la squadra di Montella da una fallimentare sconfitta che avrebbe significato l' eliminazione dalla Coppa Italia.

Una vittoria in rimonta è emozionante. Ma era necessario aspettare tanto per inserire una punta vera in una squadra imprecisa nelle conclusioni?

La gara la fanno i viola, creano occasioni, ma il ritmo è troppo lento e il Monza non si fa sorprendere. In avvio di partita Sottil costringe Lamanna a una deviazione in angolo. Al nono una bella discesa di Terzic con palla a Chiesa, ma il portiere brianzolo salva ancora. La Fiorentina ci prova ma non riesce a pungere, nonostante alcune buone occasioni soprattutto nei primi venti minuti della gara. Al tredicesimo si fa pericoloso il Monza con un tiro di Brighenti che anticipa i difensori viola, ma è bravo Dragowski a respingere. Al 19' dopo una bell'azione personale Pulgar, spreca tutto con un tiro sbilenco. Al 23' la Fiorentina è ancora in attacco con una deviazione di Boateng che para agevolmente. Molti i tentativi viola ma senza esito. Al trentatreesimo arriva a sorpresa il vantaggio del Monza. La difesa viola, spesso in difficoltà sulle ripartenze brianzole, si fa sorprendere ingenuamente e Brighenti su cross di Lepore trafigge da centro area un incolpevole Dragowski. La Fiorentina vorrebbe reagire ma l'unica opportunità è costruita su una ripartenza di Boateng conclusa da Chiesa con un tiro smorzato, agevolmente parato da Lamanna.

Nella ripresa la Fiorentina riparte all'attacco. Un bello spunto di Sottil per Chiesa che di testa colpisce male. Al quarto minuto ci prova ancora Chiesa ma Lamanna devia in angolo. Al decimo Boateng in contropiede serve Benassi che allarga a Chiesa che tira fuori. Il Monza si difende e ci prova in ripartenza su un errore viola, con Chiricò che è fermato in area da Pulgar.

La Fiorentina manovra con lentezza e scarsa efficacia. Qualche lampo viola ma nessun risultato. Montella decide di cambiare qualcosa. Prima inserisce Montiel per Sottil poi si accorge che non è possibile giocare senza un centravanti e schiera al 28' Vlahovic al posto di Benassi.

Il giovane centravanti serbo ha al trentesimo un buon pallone ma il tiro è respinto. Al 35' Vlahovic servito da Montiel, segna il goal del pareggio e dopo sei minuti ancora su assist dello spagnolo raddoppia. In pochi minuti la Fiorentina è passata dallo svantaggio che la escludeva dalla Coppa Italia alla certezza di una vittoria che sembrava irraggiungibile, grazie all'inserimento di due giocatori misteriosamente in panchina. Mancano pochi minuti e c'è ancora tempo per un altro goal. Lo segna Chiesa su assist di Vlahovic La Fiorentina di Commisso vince la prima gara ufficiale, anche se la squadra rivela accanto a buoni spunti alcune lacune da colmare, in termini di scarsa velocità di manovra e, forse, di uno schieramento tattico da rivedere.

Nel dopo gara Montella ha dichiarato: “E’ stata una partita difficilissima, sembrava una maledizione anche quest’anno, ma non sarà così. Abbiamo creato tantissimo, ma la squadra mi è piaciuta perché non ha perso l’equilibrio e la pazienza, e ci ha provato fino alla fine. Non è facile, quando devi rincorrere puoi perdere gli equilibri mentali, ma siamo stati bravi”. E a proposito di Vlahovic e della sua ottima prestazione: “L’ho fatto giocare io stasera, così come le altre volte. Ha grandissime qualità, l’ha dimostrato anche l’anno scorso. Ma bisogna essere cauti, si fa presto a dire che non è pronto. È stato messo alla prova nell’ultimo mese, giocando anche un po’ meno e anche questo fa crescere. Ma Dusan ha la mia stima totale, così come Montiel che ha fatto due assist stasera, uno l’altra sera. Bisogna vedere cosa gli si chiede e cosa ci si aspetta quando poi gioca contro Napoli, Atalanta o Milan”.

Ha parlato anche Daniele Pradè in conferenza stampa: “Abbiamo vinto una partita difficile, oggi c’era tutto da perdere. Dobbiamo essere contenti, chi ben inizia è a metà dell’opera. La linea dei giovani ci sta premiando, la porteremo avanti. Biraghi? Non siamo vicini per niente, lui vuole andare all’Inter, ma alle nostre condizioni. Vedremo se si farà e come si farà l’operazione Leggo che siamo alla ricerca della punta. Noi abbiamo Dusan, Boateng e Simeone, nessuno parla di lui. Se Giovanni trova una situazione a lui gradita vediamo di accontentarlo, altrimenti io sono molto contento di tenerlo”. Il direttore sportivo ha parlato anche di Ribery, accostato da giorni alla Fiorentina:

“Sta in un momento di riflessione, ha situazioni enormi di natura economica. Spero senta queste parole, per quanto noi lo vogliamo e per quanto ci piacerebbe averlo. Però non siamo al livello di squadre arabe e russe che danno decine di milioni. Se lui vuole fare ancora il calciatore ad alti livelli deve venire da noi, sarebbe molto funzionale al nostro progetto di crescita. Ma a oggi non siamo vicini. Se non arriverà lui prenderemo un altro”.

Fiorentina- Monza 3-1

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Lirola (3' st Venuti), Milenkovic, Ranieri, Terzic; Benassi (28' st Vlahovic), Badelj, Pulgar; Sottil (19' st Montiel), Boateng, Chiesa. Allenatore: Montella

MONZA (4-2-3-1): Lamanna; Lepore, Scaglia, Bellusci, Sampirisi; Armellino, Rigoni (27' st Palazzi), Iocolano; Finotto, Brighenti, Chiricò (20' st D'Errico). Allenatore: Brocchi

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Reti 33' pt Brighenti; 35' st Vlahovic; 41' st Vlahovic; 43' st Chiesa

Note: ammoniti Terzic, Sampirisi, Scaglia, Bellusci, Iocolano

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it