Festa Medievale: dal 4 luglio Monteriggioni di Torri si Corona

Appuntamento per il 4-5-6-7 e 12-13-14 luglio 2019 con la XXIX edizione. Tema di quest'anno “…La donna al tempo di Dante: Quella che ‘mparadisa la mia mente”


Con oltre 12.000 ingressi nell'edizione 2018, la festa è diventata ormai una meta d'obbligo per il turismo nazionale ed internazionale ed è riconosciuta come una fra le più importanti e longeve del nostro paese.

La festa è guidata dal direttore artistico, Eraldo Ammannati che negli ultimi 5 anni ha garantisce la grande qualità degli allestimenti e dell’intrattenimento. "Ci sono alcuni elementi simbolici nel racconto della Toscana, direi dei luoghi simbolici – ha detto l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo durante la conferenza stampa di presentazione alla quale hanno partecipato il sindaco di Montiriggioni, Andrea Frosini, l'assessore alla cultura Marco Valenti- e qualcosa che immediatamente dà la percezione di chi siamo nel momento in cui cerchiamo di raccontare la Toscana al mondo: fra questi elementi simbolici sicuramente c'è Monteriggioni che, con la sua corona di mura sulla collina, è una sintesi di questo racconto e di quella Toscana ricca, attenta che cura il territorio che ha attenzione al paesaggio, che ha orgoglio della propria storia, che mantiene la propria identità e che di tutto riesce a fare un elemento non solo di promozione turistica in termini economici ma anche un elemento identitario di valore. Noi siamo quella s toria, quel luogo e quella comunità.

L' inizio è il 4 luglio con il Banchetto medievale, evento molto suggestivo al Castello, dove si intrecciano sapori e intrattenimento. Il Banchetto sarà un magnifico prologo della festa medievale ed avrà luogo in una tra le più suggestive piazze d’Italia.

Il banchetto ripercorre la storia del Castello attraverso antiche pietanze. Una serata spensierata e in armonia durante la quale non mancheranno le sorprese. In questa edizione si terranno rievocazioni storiche tutti i giorni della festa, la ricostruzione del matrimonio al tempo di Dante e la presenza di tanti gruppi storici delle città amiche.

Tanti gli artisti protagonisti coinvolti in queste giornate di festa figurano: Les Danseuses de Sheherazade, Safya (Danza del Ventre), Giullari Ciarlatani, Topi Dalmata, Devil’s Parade, Le Lupe di Bacco, I Nipoti di Merlino, Giochi della Torre - Sbandieratori, Le Melusine, Acrobati del Borgo, Lisetta Luchini - Canti di Terra Toscana, Errabundi Musici, Giochi Medievali - Rioni di Castellina Scalo, Dante - Monteriggioni, Il Gobbo, L’Agresto Rievocazione Storica, Vita Nova - Corpo di ballo, I Sonagli di Tagatam, I Leoni Bianchi - Rievocazione Storica, Fuochi d’artificio sulle mura del Castello, I Tamburini di Monteriggioni, Messer Lurinetto, Novus Amor, I Giullari del Carretto, Compagnia dell’Atto Comico.

I gruppi musicali di punta della prossima edizione sono i I Folkstone, gli Errabundi Musici ed i I Sonagli di Tagatam.

I Folkstone nascono verso la fine del 2004 con un progetto che accosta l’hard rock a strumenti che la tradizione solitamente vuole in veste acustica. Spezzando quindi ogni schema, gli strumenti protagonisti della scena diventano cornamuse, bombarde, arpa, cittern, bouzouki, ghironda e flauti, creando la suggestiva atmosfera che da sempre contraddistingue la band ed il feeling con il pubblico. Nei loro energici live, che li vedono calcare numerosi palchi in locali e festival in Italia ed all’estero, propongono un alternarsi dei loro lavori che fino ad oggi hanno inciso.

Errabundi Musici Nato nel 2001, il gruppo si interessa di repertori musicali inusuali, lungo un periodo storico che va dal Medioevo fino al Rinascimento. Da subito gli Errabundi Musici riscuotono numerosi apprezzamenti esibendosi all’interno di rievocazioni storiche, cene e feste medioevali in molte piazze d’Italia ed all’estero. Nei loro spettacoli alternano momenti strumentali a balli e forme di animazione con declamazioni di testi antichi.

I Sonagli di Tagatam, Gruppo di musica medievale facente parte della sezione Musici e Tamburini dell’Associazione Culturale “Centro Storico Del Finale”, è composto da cinque cornamuse, rauschpfeifen, davul, jambè, bodhram, tamburo e cimbali e nel suo repertorio si possono ascoltare ballate tradizionali medievali e musica antica. Gli abiti medievali, gli strumenti particolari e l’atmosfera trainante, che riescono a creare I Sonagli di Tagatam, portano lo spettatore a respirare aria di allegria e voglia di ballare. Il gruppo, nato dal desiderio di alcuni componenti della Sezione Musici e Tamburi dell’Associazione “Centro Storico Del Finale”, di fare musica oltre a quello che già la Sezione propone, ha preso parte a importanti manifestazioni nazionali e internazionali.

Grande spazio al mercatino medievale, agli artisti di strada e al coinvolgimento del pubblico, non solo visivo, ma anche esperenziale.

Fondamentale attenzione al pubblico delle famiglie, con la creazione di un luogo ideale per il loro divertimento e con spazi dedicati proprio ai bambini con giochi e narrazioni specifici.

È possibile partecipare alla grande festa calandosi davvero nel periodo, vestendosi con abiti medievali chiamando il numero: +39 3392472151 

Redazione Nove da Firenze