Festa Ferrari, Firenze si tinge di rosso

Allestimenti a partire da stanotte per la kermesse del 12-13 settembre che vuole celebrare i 1000 Gran Premi della Casa di Maranello. Sabato 12 settembre grande cena nel Salone dei Cinquecento, domenica 13 il GP al Mugello


Cinque monoposto Ferrari in piazza della Signoria. Ma non solo. Sabato 12 e domenica 13 settembre Firenze si tinge di rosso per celebrare i 1000 Gran Premi della casa di Maranello in Formula 1. Due giorni di festa per raccontare la storia della squadra corse, e della cassa automobilistica, diventata in tutto il mondo simbolo dell’italian style. Un programma che prevede non solo la parata delle vetture più memorabili di 70 anni di Gp ma anche uno spettacolo di video mapping con proiezioni sulla facciata di Palazzo Vecchio, performance a terra verticali. Domenica 13 settembre il GP al Mugello.

Il via libera all'evento con l'approvazione da parte della giunta dell'apposita delibera dell'assessore allo sport.
Lo spettacolo si svolgerà la sera di sabato. Gli ospiti di Ferrari saranno sistemati in un’area allestita vicino all’Arengario di Palazzo Vecchio. Cittadini e turisti (nei limiti di compatibilità con le regole di distanziamento anti Covid-19) potranno goderselo nella piazza. Per tutti gli appassionati del Cavallino rampante proiezioni e performance saranno visibili anche da maxi schermo appositamente installati.
Subito dopo la cena degli ospiti Ferrari nel Salone dei Cinquecento.
In piazza della Signoria non ci saranno solo le vetture iconiche della Rossa ma anche quelle della gamma Ferrari del 2020, nonché una show-car con la speciale livrea celebrativa dei 1000 Gp realizzata in esemplare unico.
Le auto resteranno in mostra, aperta a tutti, la giornata di domenica 13.
La show-car sarà poi messa all’asta da Sotheby’s ed i proventi saranno devoluti al Comune di Firenze per fini benefici. 

Gli allestimenti per la realizzazione dell'evento cominceranno questa notte. Per questo motivo sono stati definiti alcuni provvedimenti di circolazione. In particolare per i veicoli per il trasporto dell’attrezzatura necessaria al montaggio/smontaggio è stato predisposto l’itinerario via Cavour-via Martelli-piazza Duomo-via Calzaiuoli-piazza Signoria (e viceversa per l’uscita) con deroga specifica in vigore da oggi. Inoltre nella piazza, e nello specifico nell’area antistante la Loggia dei Lanzi, l’Arengario di Palazzo Vecchio, la Fontana del Nettuno e la Sala d’Arme da stanotte sarà consentito il transito e la sosta dei mezzi impegnati nell’allestimento. I provvedimenti saranno in vigore fino all’11 settembre.

Redazione Nove da Firenze