Test sierologici gratuiti alla Festa del Volontariato sancascianese

Venerdì 4 settembre saranno allestiti gazebo e mezzi mobili


San Casciano in Val di Pesa, 28 agosto 2020. La campagna di prevenzione regionale "Movida si…cura", promossa nei luoghi di vita notturna frequentati dai ragazzi, farà tappa anche alla Festa del Volontariato Sancascianese. L'iniziativa antiCovid, programmata per venerdì 4 settembre al Parco del Poggione, in uno degli appuntamenti della manifestazione per i quali si prevede maggiore partecipazione da parte del pubblico, propone test sierologici per tutti i giovani che ne faranno richiesta su base volontaria.

Chi dovesse risultare positivo al Covid-19, dovrà sottoporsi al tampone molecolare, contattando il numero verde regionale 800.556.060, per verificare se l’infezione è in fase attiva. Sarà anche possibile effettuare alcool test, sempre su richiesta degli interessati.

Alla Festa del Volontariato Sancascianese, iniziativa promossa dal Comune e dalle oltre 20 associazioni che costituiscono il comitato organizzatore, saranno allestiti gazebo e posizionati mezzi mobili del volontariato sociale (Misericordie, Anpas, Croce Rossa italiana), cui rivolgersi per effettuare il test sierologico gratuito e avere tutte le informazioni necessarie. Nello stessa sede saranno messi a disposizione dei ragazzi anche mascherine e gel. Oltre al volontariato sociale è prevista la presenza, su base volontaria, di personale infermieristico delle Asl.

Le tre regole di "Movida si..cura" da tenere sempre presenti sono: indossare la mascherina, lavarsi le mani, mantenere la distanza di sicurezza. A queste stesse regole si atterrà scrupolosamente l'organizzazione della festa.

“La Festa del Volontariato è organizzata in piena sicurezza – dichiara il presidente Daniele Cavari - se si rispettano le regole si annullano le possibilità di contagio. Abbiamo allestito un sistema di controlli all'unico accesso al Poggione, prima della passerella e dentro l'area. Chi non osserva le misure di prevenzione sarà invitato ad uscire. Al minimo rischio di assembramento l'ingresso sarà interdetto. L'attività di sanificazione sarà continua. La Festa è stata ridimensionata per la durata di 4 giorni e senza il ristorante proprio per poter gestire accuratamente la sicurezza”.

Redazione Nove da Firenze