Febbraio 2002, quando il giovane Renzi scatenò il rimpasto in Palazzo Vecchio

Da segretario della Margherita fiorentina (aveva appena 27 anni) fece dimettere tre assessori e il sindaco Domenici fu costretto a ricalibrare la sua squadra della quale faceva parte anche l'attuale presidente della Toscana Eugenio Giani


Matteo Renzi, ex presidente della Provincia di Firenze, ex sindaco di Firenze, ex presidente del Consiglio, attualmente senatore di Firenze e leader di Italia Viva, in questi giorni sta tenendo banco nel panorama politico italiano per la decisione di ritirare dal governo due ministri e un sottosegretario, aprendo di fatto una crisi dagli esiti non prevedibili.

Già all'inizio della carriera politica Renzi si è fatto notare per la capacità di sbloccare situazioni a suo avviso da "smuovere". Ad esempio il 16 febbraio 2002, in qualità di giovane segretario della Margherita fiorentina (aveva 27 anni) smosse pesantemente le acque della giunta di Palazzo Vecchio guidata dal sindaco Leonardo Domenici facendo dimettere i suoi tre assessori cioè Simone Tani, Giacomo Billi e Andrea Ceccarelli. Renzi disse: "Abbiamo cercato un dialogo, non ce l’hanno concesso, ora aspettiamo cosa dirà Domenici". "Non c’è nessuna crisi istituzionale", replicò Domenici. 

Il numero due dei popolari, Lapo Pistelli, invitando al dialogo sottolineò che non si trattava di una posizione imposta da Roma. 

Trattative, incontri, riunioni. Dopo poche settimane, l'accordo fu trovato e il 4 marzo 2002, il sindaco Leonardo Domenici firmò l'ordinanza con le nuove deleghe di giunta. Vicesindaco venne nominato Giuseppe Matulli (Ppi, Margherita); entrarono come nuovi assessori Elisabetta Tesi e Emilio Becheri; venne confermato Simone Tani mentre fu preso atto delle dimissioni di Giacomo Billi e Andrea Ceccarelli.

Questa, a puro titolo di curiosità, la nuova giunta Domenici, partorita dopo le trattative con Renzi e gli altri segretari della maggioranza (una giunta nella quale era presente anche l'attuale presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, in qualità di assessore allo Sport, Tradizioni popolari, Toponomastica e Relazioni internazionali).


Giuseppe Matulli

Bilancio e programmazione
Entrate e politiche fiscali
Area metropolitana
Decentramento e rapporti con Consigli di Quartiere
Terzo settore e no profit
Beni e servizi
Affari generali e legali

Tea Albini
Politiche della casa
Patrimonio immobiliare abitativo e non abitativo
Programmazione e realizzazione edilizia
residenziale pubblica e piani di recupero abitativo
Condono edilizio

Emilio Becheri
Turismo

Gianni Biagi
Urbanistica ed edilizia
Piano strutturale e centro storico
Sistema informativo territoriale
Nuove infrastrutture connesse alla mobilità

Vincenzo Bugliani
Ambiente
Parchi urbani e verde pubblico
Progetto Cascine
Inquinamento elettromagnetico
Igiene pubblica
Politiche energetiche
Interventi per gli animali
Arredo urbano
Mobilità e trasporti e rapporti con le relative aziende
Piano urbano traffico e parcheggi
Coordinamento lavori stradali

Graziano Cioni
Sanità pubblica
Sicurezza sociale
Sicurezza e vivibilità urbana

Paolo Coggiola
Lavori pubblici
Servizi tecnici
Rimozione barriere architettoniche
Servizi pubblici:
- ciclo integrale delle acque
- raccolta e smaltimento rifiuti
- gas
Protezione civile

Francesco Colonna
Attività produttive:
- artigianato
- industria
- commercio
- agricoltura
- caccia e pesca
Fiere, mostre, mercati e promozione internazionale
Sistema moda

Eugenio Giani
Sport e tempo libero
Valorizzazione tradizioni popolari fiorentine
Toponomastica
Relazioni internazionali e gemellaggi

Daniela Lastri
Pubblica istruzione e formazione professionale
Servizi socio educativi per l'infanzia
Università dell'età libera
Giovani
Minori
Tempi e spazi della città
Pari opportunità e cultura delle differenze

Marzia Monciatti
Politiche del lavoro
Immigrazione

Simone Siliani
Cultura (spettacolo, beni culturali, piazze storiche, biblioteche)
Istituzioni culturali
Mostre ed eventi
Musei comunali
Rapporti con l'Università e Istituti di ricerca
Cooperazione paesi in via di sviluppo

Simone Tani
Aziende partecipate
Nuova economia
Innovazione e strategie di sviluppo
Finanza di progetto
Finanziamenti comunitari

Elisabetta Tesi
Organizzazione risorse umane
Piano dei servizi comunali
Informatizzazione e rete civica del comune
Statistica
Semplificazione amministrativa
Servizi demografici

Redazione Nove da Firenze