Fase 2, gli ospedali fiorentini tornano alla normalità

A Ponte a Niccheri riattivata Malattie infettive. Medicina Interna ripristinata a Torregalli. Riparte la sub intensiva cardiologica a S.M. Nuova. Visite di primo livello “dirottate” sul territorio


Firenze – La cosiddetta Fase 2 negli ospedali fiorentini della Ausl Toscana centro sta riportando i posti letto di degenza che erano stati destinati a Covid, a una graduale disponibilità dei reparti. In questi giorni anche gli ospedali fiorentini dell’Azienda stanno lavorando a riattivare la terapia intensiva e la medicina alle regolari funzioni, dopo aver attuato le procedure di disinfezione e decontaminazioni degli ambienti.

S.M. Annunziata, ripartiti Utic, area medica NoCovid e chirurgia programmata

A Santa Maria Annunziata (Ponte a Niccheri) sono stati riaperti e in parte alcuni sono in via di prossima riapertura, i reparti che erano stati riorganizzati per gestire i ricoveri Covid 19. Si tratta dell’Unità di terapia intensiva coronarica (Utic) con 6 posti letto e nei giorni scorsi anche del reparto di malattie infettive (15 posti letto). Anche il Day Service è stato riattivato in collegamento con il Pronto soccorso.

E’ dei giorni scorsi, invece, la ripresa dell’attività di chirurgia programmata al Santa Maria Annunziata che era stata sospesa durante l’emergenza e che ora riparte anche per effettuare interventi in elezione oncologici No Covid. E’ stata riaperta anche l’area medica No covid con circa 30 posti letto.

Anche all’ospedale di Ponte a Niccheri rimarranno posti letto con percorsi dedicati in sicurezza per gestire i pazienti Covid. Al momento sono 39 i ricoverati Covid in area medica e chirurgica, contro i 114 ricoverati Covid a aprile e i 164 a marzo.

Gli accessi al Pronto Soccorso sono passati da una media nel mese di marzo di circa 10 accessi Covid ad una media di 1-2 al giorno in questa ultima settimana. Al Pronto Soccorso rimangono attivi il check point e le due aree, quella all’ingresso dove ci sarà sempre il pre-triage e un’area di espansione per gestire i casi sospetti in attesa del tampone.

San Giovanni di Dio, ripristinati i reparti di Medicina Interna

In linea con l’ordinanza regionale 49 sulla riattivazione dei servizi sanitari in Toscana, è anche la riorganizzazione in corso all’ospedale San Giovanni di Dio (Torregalli). Questa mattina è prevista la riconversione del primo reparto da Covid a non Covid che riguarda il Day Hospital multidisciplinare ora riaperto come reparto di Osservazione Breve (OBI) con 16 posti letto. Riprenderà l’attività anche la Week Surgery nel padiglione Leonardo da Vinci che era stato adibito a Medicina Covid con16 posti letto.

Già oggi e nei successivi giorni della settimana, seguirà la riconversione della Chirurgia d’Urgenza del padiglione Vespucci adibito a “Medicina Covid“ (34 posti letto)e che verrà ora riportata all’originario reparto no Covid di Chirurgia Urgenza, con trasferimento dei pazienti attualmente ricoverati nella struttura di cure intermedie Villa Donatello. A seguire la Medicina A e B (36 posti letto)dove erano state ospitate in parte le attività di area chirurgica e in parte di area medica no Covid, saranno ripristinate come reparti di Medina Interna. Le Medicine C e D con 36 posti letto, nel corso dell’emergenza Covid sono rimaste sempre destinate ad attività di Medicina Interna no Covid mentre la Medicina E (18 posti) è rimasta ad attività no Covid di area medica prevalentemente specialistica.

Quanto ai posti letto destinati ai pazienti Covid saranno 10 e verranno ubicati nell’ex Hospice al piano terra del padiglione Leonardo da Vinci.

All’ospedale San Giovanni di Dio da metà marzo all’8 maggio scorso i ricoveri per Covid sono stati 177 in area medica e 20 nel reparto di terapia intensiva.

Gli accessi per Covid al Pronto Soccorso hanno registrato un trend in costante riduzione già dal mese di aprile: la media al Dea nel mese di marzo era di 10 accessi giornalieri. ll 29 aprile non c’è stato alcun accesso per Covid. Al San Giovanni di Dio, come negli altri ospedali dell’Azienda, sarà mantenuta l’attività della tenda pre-triage. Inoltre saranno incrementate tutte le iniziative per garantire il distanziamento sociale, compreso l’aumento dei percorsi di fast-track e ambulatoriale post Dea.

S. Maria Nuova, un unico reparto Covid. Riattivati Day Service e Cardiologia

Nella Fase 2 all’ospedale Santa Maria Nuova resteranno in funzione 10 posti letto in Medicina B. E’ tornato attivo il Day Service multidisciplinare 12 ore al giorno e riaprirà nei prossimi giorni il reparto di cardiologia sub intensiva.

Ospedale del Mugello, per i sospetti Covid solo un’area nel Pronto Soccorso

La riconversione dei letti allestiti per l’emergenza in normali posti di degenza ha riguardato nei giorni scorsi anche l’ospedale del Mugello. Sono stati chiusi i reparti Covid di terapia intensiva che aveva 7 posti letto assegnati e quello di Medicina per altri 20 posti letto. Un’area di isolamento per pazienti con sospetta infezione da Covid, così come previsto dall’ordinanza regionale insieme a tutte le procedure di sicurezza per gli accesso agli ospedali, sarà comunque mantenuta all’interno del Pronto Soccorso dell’ospedale.

Ripresa dell’attività ambulatoriale e cure intermedie a Villa Donatello

Il ritorno alla normalità dei servizi sanitari anche nella Asl Toscana centro, passerà dalla riorganizzazione in maniera graduale e progressiva dei servizi ambulatoriali all’interno degli ospedali. In linea con le linee guida contenute nell’ordinanza della Regione Toscana, negli ospedali saranno mantenute le attività ambulatoriali di visite ed esami specialistici più complesse mentre quelle di primo livello saranno riorganizzate nei presidi territoriali. Il potenziamento del territorio si attiverà grazie ai posti letto delle cure intermedie. Intanto tramite la concessione di Unipol all’Asl Toscana centro, Villa Donatello è già diventata struttura di cure intermedie con 45 posti letto per pazienti Covid.

Qualche altra notizia di settore. 

PRELIEVI. Circa 1300 le prenotazioni effettuate per i prelievi nella zona distretto Firenze nella prima settimana, dal 4 al 9 maggio, in cui è partita nei presidi di Morgagni, Piagge, Santa Rosa e D’annunzio la nuova modalità di accesso, non più diretto ma tramite prenotazione telefonica. Ancora nella prima settimana di maggio la prenotabilità telefonica rimane lo strumento più utilizzato per gli appuntamenti dei prelievi ematici. A questo proposito si ricorda che oltre al sistema Cup (055545454 tasto 2), le prenotazioni possono essere effettuate anche tramite le farmacie che svolgono il servizio. Il prelievo presso le farmacie comunali di Firenze con Cup può essere fissato telefonando, comodamente da casa senza doversi recare di persona, al numero dedicato 055 3951095 che può essere chiamato da lunedì a venerdì dalle 9 alle 14.

Dal 4 al 9 maggio le prenotazioni effettuate tramite Call center aziendale sono state 978 (intorno al 75% sul totale degli appuntamenti),tramite farmacie 249 (19,07%),presso gli sportelli territoriali 71 (5,44%)e il resto tramite altri canali di prenotazione.

Per sapere quali farmacie è possibile contattare tramite il numero telefonico dedicato, basta andare sul sito della Ausl Toscana centro, seguendo il percorso dalla Home Page/Banner Informazioni e Aggiornamenti/Accesso ai servizi ospedalieri e territoriali/farmacie comunali (o cliccando direttamente qui). Sul sito dell’Azienda le stesse informazioni sono reperibili anche seguendo il percorso HomePage/Come fare per 1. Prenotare visite ed esami/Elenco Farmacie (o cliccando qui).

Ogni giorno nei presidi aziendali della zona distretto Firenze sono prenotabili circa 300 prelievi. Oltre a Morgagni, Piagge, Santa Rosa e D’annunzio dove di recente è stato attuato l’accesso su prenotazione, su Firenze gli altri punti territoriali di prelievo sono quelli di Canova e Dallapiccola e i punti prelievo convenzionati (Misericordia del Galluzzo, di Tavarnuzze e di Badia a Ripoli, Istituto Torrigiani e Soderini della Croce Rossa Italiana).

Azienda USL Toscana nord ovest. Per supportare le esigenze di informazione provenienti dalle attività produttive che stanno ripartendo dopo il lookdown, il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL Toscana nord ovest mette a disposizione la casella di posta elettronica delle strutture dell'area funzionale Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (Pisll), presente in tutti gli ambiti territoriali Asl.

A questi indirizzi potranno rivolgersi i lavoratori ed i soggetti della prevenzione delle imprese (Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, Responsabili del Servizio di prevenzione e Protezione, Medici Competenti) per chiedere informazioni ed assistenza su tutte le problematiche inerenti la tutela della salute negli ambienti di lavoro, anche in relazione al rischio di contagio da Covid.

Questi i riferimenti per ciascun territorio.

Zona Apuane mail: prev.apua@usl1.toscana.it

zona Lunigiana mail: prev.luni@usl1.toscana.it

zona Piana di Lucca mail: mdlvds@usl2.toscana.it

zona Valle del Serchio mail: maura.pellegri@uslnordovest.toscana.it

zona Versilia mail: ufpisllversilia@uslnordovest.toscana.it

zona Pisana mail: pisll-pi@uslnordovest.toscana.it

zona Alta val di Cecina- Val di Valdera mail:pisll-vdeavc@uslnordovest.toscana.it

zona Bassa Val di Cecina e Val di Cornia mail: pisll.bvc@uslnordovest.toscana.it

zona Elba mail: pisll.elba@uslnordovest.toscana.it

zona Livornese mail: pisll.li@uslnordovest.toscana.it.

Per quanto riguarda le attività estrattive c’è un’unica casella di posta elettronica di riferimento: ingegneria.mineraria@uslnordovest.toscana.it.

EMPOLI. Da ieri alcuni servizi consultoriali presenti all’interno del presidio socio sanitario Rozzalupi di Empoli sono trasferiti presso la Casa della Salute di Sovigliana e Vinci in via R. Sanzio 32/A (tel. 0571/878270) per permettere la messa in sicurezza di alcuni ambienti del presidio e nel rispetto delle direttive relative all’emergenza in corso.

In particolare il trasferimento riguarda le visite ostetrico-ginecologiche, il consultorio extracomunitari e il centro consulenza giovani.

I giorni e gli orari di apertura delle attività restano invariati: lunedì dalle 8,30 alle 14 e dalle 14 alle 18 per centro consulenza giovani con accesso libero, martedì dalle 8 alle 14 consultorio extracomunitari, mercoledì dalle 9,15 alle 14,15 e dalle 14,30 alle 18,30, giovedì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 18,30 e venerdì dalle 8 alle 14 per visite ostetrico-ginecologiche. E’ possibile prenotare una visita tramite CUP allo 055545454.

Per quanto riguarda le informazioni sul percorso nascita è possibile contattare telefonicamente lo 0571/705477 oppure scrivere una mail: ostetriche.empoli@uslcentro.toscana.it

Redazione Nove da Firenze