Fascicolo sanitario elettronico: in Toscana è ancora poco conosciuto ed utilizzato

Si può attivare con la tessera sanitaria, e consente una quantità di funzioni e di accessi ai servizi


Il Fascicolo sanitario elettronico, sembra essere ancora sconosciuto al popolo toscano, così la Regione Toscana lancia una campagna informativa sulle potenzialità e le opportunità fornite dalla digitalizzazione della cartella sanitaria.
Di fatto il Fascicolo sanitario, che si può attivare autenticandosi con la Carta Sanitaria Elettronica (CSE) o con le credenziali SPID, risulta molto poco utilizzato. 

Le istruzioni per attivare la Carta Sanitaria si trovano in rete. Anche il Fascicolo Sanitario Elettronico ha un nuovo sito web dedicato che è stato potenziato con nuove funzioni.

Il fascicolo sanitario elettronico è una raccolta on line di dati e informazioni sanitarie che costituiscono la storia clinica e di salute ed è alimentato dai soggetti che prendono in cura il cittadino nell'ambito del Servizio sanitario.

Rappresenta un punto di accesso unico, comodo, sicuro e sempre disponibile alla storia sanitaria del paziente.

Con il fascicolo sanitario elettronico si possono consultare: vaccinazioni, referti degli esami del sangue e di radiologia, i ricoveri, la lettera di dimissione e gli accessi al pronto soccorso, prescrizioni specialistiche, farmaceutiche e i relativi farmaci erogati, eventuali esenzioni per patologia. Inoltre è disponibile un taccuino da personalizzare con i dati e le informazioni sanitarie.

Con il consenso del paziente i professionisti del Servizio Sanitario potranno accedere ai dati del fascicolo nei momenti di cura e nelle situazioni di emergenza.

Per far conoscere al meglio questa opportunità digitale ai cittadini toscani, la Regione Toscana vara un'apposita campagna, che verrà presentata nelle prossime ore dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi.

Redazione Nove da Firenze