Rubrica — Pugilato

​Fabio Turchi sconfitto per split decision a Trento

Match duro, grande orgoglio del fiorentino, il titolo WBC international però sfuma per pochissimo, se l'aggiudica Tommy McCarthy


Il 18esimo match per Fabio Turchi segna la prima sconfitta in carriera per il pugile fiorentino. Questi i cartellini dei giudici: 116 a 112 per McCarthy, 116 a 112 per Turchi, 115 a 113 per McCarthy. Così il nord irlandese conquista la cintura WBC international dei pesi Cruiser.

Il match è stata una battaglia condotta spesso colpo su colpo. McCarthy si è dimostrato pugile dallo stile pulito e dotato di tempismo. Fabio ha stentato a trovare la misura, ha lavorato troppo poco al corpo dell'avversario non riuscendo così a toglierli la mobilità. Il pugile fiorentino, nella serata più difficile in carriera, ha comunque dimostrato carattere ed orgoglio ed in alcune fasi è stato in grado di mettere in difficoltà McCarthy.

Da sottolineare che Fabio, causa uno scontro fra le teste nelle riprese centrali del match, ha dovuto combattere con l'occhio sinistro tumefatto. L'orbita totalmente chiusa negli ultimi round, non ha impedito a Fabio di andare all'attacco fino alla fine del match e di aggiudicarsi - secondo noi - gli ultimi due round. Purtroppo il finale generoso di Fabio non è bastato a dargli la vittoria.

Il Pugile Fiorentino è apparso comunque sereno al termine del match, quando, ai microfoni di DAZN, non ha polemizzato sulla testata e sul verdetto, ma ha detto che in carriera ha sempre imparato dalle sconfitte e così farà anche stavolta.

Non resta che fare un grande in bocca a lupo a Fabio ed a tutto il Pugilato Fiorentino che sul ring di Trento ha dimostrato il suo valore.

Pugilato — rubrica a cura di Massimo Capitani

Massimo Capitani

Massimo Capitani — Massimo Capitani, Fiorentino. Da ragazzo pratica molti sport, fra cui il pugilato. Nel mondo della Boxe rientra, molti anni dopo, come inviato di Nove da Firenze

E-mail: boxe@nove.firenze.it