"Evasi oltre 2 milioni": Figline, imprenditrice cinese nei guai

foto Agenzia Dire

Guardia di Finanza e Procura di Firenze le contestano i reati di evasione fiscale e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte


(DIRE) Firenze, 17 feb. - Ammonta ad oltre 2,2 milioni il valore del sequestro preventivo scattato ai danni di un'imprenditrice cinese di Figline Valdarno a cui la Guardia di Finanza e la Procura di Firenze contestano i reati di evasione fiscale e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

I militari, si spiega, "hanno ricostruito il giro d'affari dell'impresa" che opera nel settore della preparazione e della concia del cuoio e della pelle, "individuando un'evasione fiscale pari agli oltre 2 milioni di euro", oggetto del provvedimento in corso di esecuzione stabilito dal gip. Al contempo, "è stata rilevata anche la cessione dei macchinari utilizzati per la lavorazione delle pelli, ora sottoposti a sequestro, a un'altra società riconducibile a un parente stretto dell'imprenditrice", che opera nel medesimo settore.
(Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze