Rubrica — Europe Direct

Erasmus Plus Dante: 60 neodiplomati su 100 con stage in Europa già occupati

Presentata la candidatura per la II fase del progetto che partirà in autunno


Firenze 16.07.2018 – Sono stati 100 i neodiplomati toscani che nel biennio 2016-2018 hanno usufruito di altrettanti stage lavorativi gratuiti in Europa e di questi ben il 60% ha già trovato lavoro: sono i risultati del progetto Erasmus Plus “D.A.N.T.E. - Development of Activities of iNternship for Trainees in the European union”, promosso e gestito da Centro Studi Turistici di Firenze, in partnerariato con Glocal srl, ISIS Vasari di Figline Valdarno, ITT Marco Polo di Firenze e Scuola di Scienze Aziendali di Firenze, e presentati questa mattina in una conferenza stampa che si è tenuta all'Hotel L'Orologio, a Firenze.

Negli ultimi due anni il progetto Erasmus Plus “D.A.N.T.E.” ha permesso l'erogazione di 100 stage lavorativi gratuiti in Europa ad altrettanti neodiplomati della Toscana: gli stage sono stati effettuati nel Regno Unito (30), Spagna (20), Belgio (30) e Malta (20).

I ragazzi, di età compresa tra 19 e 20 anni, hanno soggiornato all'estero per 4 mesi, spesati per trasferimento, vitto e alloggio, e hanno lavorato presso importanti aziende europee: le imprese scelte facevano parte del settore turistico, alberghiero, della ristorazione, della comunicazione e della pubblicità. I neodiplomati toscani hanno potuto così entrare nel mondo del lavoro, rapportandosi fin da subito con realtà internazionali: un'esperienza che ha permesso loro di accrescere la propria professionalità attraverso il potenziamento delle competenze linguistiche e disciplinari, oltre a favorire lo spirito di cittadinanza europea.

Tutti i 100 ragazzi hanno portato a termine lo stage e il 60% è riuscito a trovare un'occupazione entro i 4 mesi successivi alla partecipazione al progetto.

E' il caso di Andrea Lepri, che durante lo stage si è occupato di indagini di mercato e acquisizione clienti e che è attualmente impiegato nel settore comunicazione e marketing dell’azienda Learnlight di Londra, o di Oliviero Manetti, che ha compiuto lo stage a Greenwich come cameriere e che adesso è rientrato in Italia per iscriversi all'Università. “E' stata un'esperienza bellissima che ci ha arricchiti non solo professionalmente ma anche come persone – hanno commentato i due ragazzi in conferenza stampa - E' un trampolino importante che consigliamo di fare a tutti i neodiplomati toscani”.

Tra le altre esperienze anche quella di Lisa Loru, che ha compiuto lo stage presso l’hotel “Ibis Brussels Centre Ste Catherine” a Bruxelles, come receptionist e assistenza clienti e ne è oggi dipendente, e di Jasmeen Kaur e Giulia Salvadori che hanno lavorato come receptionist al Doubletree By Hilton West End di Londra ed hanno ricevuto proposte lavorative subito dopo la fine dello stage. Da segnalare infine lo stage di Elisa Bado presso l’Ufficio di collegamento con le Istituzioni Comunitarie di Bruxelles della Regione Toscana. Elisa si è occupata di analisi e ricerca di politiche europee di interesse regionale, particolarmente in relazione alla sanità, ai trasporti e all’innovazione.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti perchè siamo riusciti ad avvicinare scuola e lavoro in un contesto internazionale – ha spiegato Aldo Frigeri, responsabile formazione di CST Firenze – In un momento in cui per i giovani è molto difficile trovare occupazione, questi ragazzi hanno avuto la possibilità di mettere in pratica quanto appreso durante il percorso scolastico in importanti realtà europee, accrescendo così le proprie competenze”.

Visti i risultati conseguiti dal progetto, Centro Studi Turistici di Firenze e Glocal srl hanno già presentato la candidatura per un secondo progetto, denominato “DANTE - 2nd phase - Development of Activities of iNternship for Trainees in the European union”: l'obiettivo è dare seguito ai processi intrapresi e sfruttare le competenze apprese grazie alla gestione del progetto D.A.N.T.E.

“Dopo lo straordinario risultato ottenuto abbiamo deciso di proseguire in questo progetto di investimento sul futuro dei nostri giovani – ha concluso Silvano del Duca, responsabile Glocal srl – Se l'Agenzia nazionale valuterà positivamente la best practice di Dante, a partire da novembre 2018 avremo già i primi nuovi flussi in partenza: daremo quindi ad altri 100 neodiplomati toscani la possibilità di partecipare da qui al 2020”.

Redazione Nove da Firenze