Elezioni amministrative: l'agonia del PD in Toscana

Ai ballottaggi tutti i comuni allo schieramento di centrodestra. Confermato soltanto il sindaco Emiliano Fossi a Campi Bisenzio


(DIRE) Pisa, 25 giu. - Il centrodestra in Toscana fa l'asso piglia tutto e ai ballottaggi si porta a casa Pisa, Siena e Massa. Con il 52,29% delle preferenze, pari a 20.692 voti, Michele Conti, il candidato del centrodestra, e' il nuovo sindaco di Pisa. Conti, al ballottaggio, ha prevalso su Andrea Serfogli, l'uomo schierato dal Pd e dal centro sinistra, fermo al 47,71% (18.881 voti). Stesso risultato a Siena, dove il candidato del centrodestra Luigi Mossi (quando mancano pochissime sezioni da scrutinare) si attesta sul 51% delle preferenze e' sembra avviato ad imporsi sul sindaco uscente, Bruno Valentini, del centrosinistra. Sempre a scrutinio in corso, ma con margini piu' netti, Francesco Persiani, con oltre il 56% dei consensi, sta staccando di otto punti Alessandro Volpi, sindaco uscente di Massa.

"Abbiamo liberato la citta'". E ancora, "questo e' il nostro 25 aprile". La festa e' iniziata in Borgo Largo, al comitato del centrodestra, quando ancora il risultato non era ufficiale e il neo sindaco di Pisa Michele Conti predicava a tutti prudenza. Poi il risultato, sezione dopo sezione, da virtuale si e' fatto ufficiale, storico. Come qualcuno ha sottolineato quando il corteo spontaneo dei supporters, con in testa il nuovo prima cittadino, ha varcato la soglia di Palazzo Gambacorti. Chi sventolando le bandiere della Lega, primo partito in citta' e protagonista anche al ballottaggio. Chi a piedi, chi in modalita' vittoria dei mondiali (con tanto di cori da stadio) dentro e nel cassone di un pick up bianco. "Dacci le chiavi, Marchino dacci le chiavi", hanno urlato i sostenitori di Conti arrivando in municipio, riferendosi al sindaco uscente Marco Filippeschi.

A Pisa, Siena e Massa "abbiamo fatto cappotto. E' la riscossa della Toscana, che domattina, con tre nuove citta' al centrodestra si svegliera' non piu' rossa". Lo spiega Susanna Ceccardi, sindaco di Cascina e tra i volti simbolo della Lega in Toscana. A Pisa, con l'elezione di Michele Conti, "abbiamo scritto la storia. Ho appena chiamato Salvini che non ci credeva, ha voluto i numeri dei tre sindaci per chiamarli e fargli subito i complimenti. E' un'emozione grandissima". Dopo la vittoria alle comunali, "la prossima battaglia sara' la conquista della Regione. Anche perche' il Pd non ha piu' la maggioranza sostanziale. Hanno quella formale, di quelle poltrone che non lasceranno fino all'ultimo. Ma noi non molleremo e ci prendere la regione il piu' presto possibile". spiega il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi, durante la festa per l'elezione di Michele Conti a sindaco di Pisa. Sara' lei la candidata che guidera' la squadra del centrodestra? "Io- risponde ai giornalisti- mi metto a disposizione per qualsiasi cosa, anche se mi mandano in Corea del Nord a battere i comunisti. Quello che faranno e decideranno a me andra' bene".

"Positivo il risultato a Fiumicino con la riconferma di Esterino Montino Sindaco e l'elezione a Presidente di Giovanni Caudo al 3 Municipio di Roma. Insieme ad altri risultati positivi nel Lazio, si conferma che serve un rinnovato PD e un centrosinistra unito. Una necessita' e un'urgenza visti anche alcuni risultati molto negativi per il PD in altre regioni come la Toscana". Lo scrive su facebook l'esponente Dem Umberto Marroni. (Enu/ Dire)

Redazione Nove da Firenze