Elezioni Amministrative in Toscana: Massa, Pisa e Siena al ballottaggio

Va al ballottaggio anche il Comune di Campi Bisenzio alle porte di Firenze


Tre i capoluoghi al voto, dove si andrà al ballottaggio domenica 24 giugno. La situazione nazionale si riflette sullo scenario toscano con la Lega che cresce, il PD che perde consensi cercando di difendere le roccaforti ed il Movimento 5 Stelle in frenata.
MassaPisaSiena sono una incognita e se la giocano centrodestra e centrosinistra contando i voti dei potenziali alleati chiamati ad aiutare o degli astensionisti che non parteciperanno al Ballottaggio.

L'onorevole Stefano Mugnai, coordinatore regionale Forza Italia commenta: "Perdiamo Monte Argentario (Gr), ma vinciamo strappando alla sinistra Semproniano (Gr) e vinciamo a Magliano in Toscana (Gr) dopo un lunghissimo commissariamento. Vinciamo strappando alla sinistra i due comuni su due al voto in provincia di Arezzo, Capolona e Caprese Michelangelo, vince la lista da noi sostenuta a Capraia Isola e vinciamo a Santa Maria a Monte (Pi), unico comune toscano dove il centro destra non si era presentato unito poiché la Lega è voluta andare da sola, perdendo. Quindi già i risultati del primo turno sono positivi. Andiamo al ballottaggio nei sei comuni sopra i 15.000 abitanti, dove solo uno era già amministrato dal centrodestra fino a pochi mesi fa quando fu commissariato, cioè Pietrasanta. Adesso sono concrete le possibilità, non solo di vincere a Pietrasanta, ma anche di strappare alla sinistra comuni importanti come Campi Bisenzio (dove vedere il centro destra al ballottaggio e' già un risultato clamoroso), Pescia (dove al ballottaggio non siamo col Pd, ma con il vecchio sindaco che si è dimesso per una inchiesta della magistratura), Massa, Pisa e Siena. In attesa dei ballottaggi, il primo turno ci restituisce una Toscana sempre meno rossa, un numero di sindaci sempre più consistente e la conferma che in Toscana è il centrodestra unito a rappresentare l'alternativa al sistema di potere del Pd, non i 5 stelle che non vincono neanche un comune e che non sono presenti a nessuno dei sei ballottaggi".

I risultati on line sul portale del Ministero dell'Interno

Nella Città Metropolitana di Firenze ad Impruneta Alessio Calamandrei è confermato sindaco con il 46.78 % dei voti. A Marradi Tommaso Triberti confermato con l'86,9.

A Campi Bisenzio 42,16 % dei voti a Emiliano Fossi che va al ballottaggio con Maria Serena Quercioli (28,79). 

Il segretario provinciale della Lega Alessandro Scipioni e quello cittadino Filippo La Grassa commentano: "Questo è un momento storico per Campi Bisenzio e questo è un momento magico per la Lega. Gli ideali di Matteo Salvini hanno fatto breccia nel cuore dei campigiani, ed il lungo lavoro sul territorio è stato ripagato da un risultato che ha dello straordinario e può essere definito sbalorditivo. Portare Il Partito Democratico al ballottaggio, con la Lega come Forza Portante della coalizione alternativa al sistema di potere che da decenni ha gestito Campi senza una reale e democratica alternanza, è il più grande segnale del fatto che c'è un inarrestabile voglia di rinnovamento". Dichiarano inoltre "Ora è nostra intenzione dedicare le prossime due settimane al solo obiettivo di vincere, coinvolgendo tutte le forze che vogliono una reale alternativa e ridare ai campigiani la loro città. Questa è un'occasione troppo importante per essere sprecata, vogliamo essere all'altezza delle aspettative di tutte quelle persone che sperano in un cambiamento".

Potere al Popolo ottiene 887 voti, pari al 5,95%. "Ci avevano raccontato di uno scontro tra il sindaco uscente Fossi e l’ex sindaco Chini dalle tinte quasi familiari, in cui non ci sarebbe stato spazio per un’altra sinistra, con l’avanzare delle destre. Per fortuna avevano torto e a Campi Bisenzio si è confermata la correttezza di non rinunciare a una lista legata a una storia di valori nata dalla Resistenza, proseguita con molte difficoltà tra il secolo scorso e i primi decenni del 2000. Alle 07.29 di questa mattina il Ministero dell’Interno ha pubblicato i risultati definitivi. Cinque anni fa, alle comunali, Rifondazione ottenne il 2,78%, con 402 voti. Solo tre mesi fa, alla Camera, lo stesso simbolo di PAP raccoglieva l’1,81%, con 414 voti. All’interno della nostra organizzazione, tra la fine del 2017 e l’inizio di questo anno, non erano mancate valutazioni diverse su come presentarci a questo appuntamento amministrativo nella piana fiorentina: questo non ha impedito, nella eterogeneità di opinioni, una unità di intenti, il cui risultato è ancora più importante, dal momento in cui si tratta di un territorio dove il Circolo veniva da cinque anni di difficoltà. Le elezioni sono state un’occasione importante anche per la sezione di Rifondazione di Campi Bisenzio, la cui struttura è chiamata ora a dare continuità a un risultato storico per quanto riguarda il più recente passato. Non posso quindi che ringraziare tutte le compagne e i compagni della lista Potere al Popolo, a partire da chi si è preso l’onere di essere il volto pubblico, come candidato sindaco, Lorenzo Ballerini. Il loro lavoro di attacchinaggio, volantinaggio e speakeraggio è tanto noto quanto importante per tutto il Partito. Un grazie anche a chi ha garantito il lavoro “dietro le quinte”, dall’elaborazione grafica all’adempimento delle procedure formali e burocratiche, passando per i necessari confronti interni, decisamente impegnativi dal punto di vista del tempo richiesto ad ognuna e ognuno di noi. Con questo importante buon risultato, un abbraccio grato a tutte le compagne e i compagni di Potere al Popolo Campi Bisenzio" è questo  il commento del segretario Dmitrij Palagi per conto della Federazione di Firenze del Partito della Rifondazione Comunista.

Il presidente dell'Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni si congratula col rieletto sindaco di Marradi Tommaso Triberti: "Le congratulazioni mie personali e dell'Unione al sindaco Triberti, riconfermato con un risultato straordinario. E sono certo che anche nei prossimi 5 anni non farà mancare il suo impegno, il suo apporto per far crescere e sviluppare il nostro territorio".

Redazione Nove da Firenze