Eccidio Sant'Anna: lunedì la commemorazione del 75° anniversario

La Cgil: “Non è tollerabile che ci siano organizzazioni e politici che ancora oggi fanno chiaro riferimento al fascismo e al razzismo. Anche per questo sosteniamo l'Anpi Firenze che chiede di non autorizzare l'iniziativa di estrema destra che si tiene ogni anno l'11 agosto a Trespiano”


FIRENZE- Lunedì 12 agosto le commemorazioni per il 75° anniversario della strage di Sant'Anna di Stazzema, con il ministro per gli affari esteri Enzo Moavero Milanesi, il presidente della Toscana Enrico Rossi, il sindaco di Stazzema Maurizio Verona, il sindaco del comune tedesco di Moers Cristoph Fleischhauer ed i rappresentanti dell'associazione Martiri di Sant'Anna. Il programma della commemorazione prevede alle ore 9 il ritrovo autorità e delegazioni sul piazzale della chiesa di Sant'Anna, alle 9,15 la deposizione delle corone di fiori seguita dalla celebrazione della messa. Alle 10,15 si formerà il corteo, che salirà al monumento Ossario per la deposizione della corona di alloro. Seguiranno i saluti istituzionali e l'orazione del ministro. La giornata commemorativa terminerà con l'inaugurazione della mostra 'Colori della pace' al Museo storico della Resistenza e la sottoscrizione del gemellaggio tra Stazzema e il Comune di Moers.

Il presidente Rossi parteciperà anche alla commemorazione per l'eccidio di Fivizzano, il 25 agosto, insieme al presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ed al presidente della Repubblica federale di Germania Frank Walter Steinmeier

La Camera del Lavoro di Firenze, con una delegazione guidata dalla segretaria generale Paola Galgani, parteciperà come sempre alle celebrazioni dell’11 agosto per la Liberazione di Firenze dal nazi-fascismo. "Non una stanca ricorrenza, ma un momento importante, oggi più che mai, per rivendicare i valori di libertà e giustizia, fondamenti del nostro agire civile e sindacale -affermano dalla segreteria Cgil Firenze- Siamo preoccupati per il diffondersi di atteggiamenti e parole di odio razziale, anche da parte di esponenti di primo piano del governo. Razzismo, fascismo, attacco alla libertà da sempre si legano tra loro. Non è tollerabile che ci siano organizzazioni e politici che fanno chiaro riferimento al fascismo e al razzismo. Anche per questo sosteniamo l'Anpi Firenze che chiede di non autorizzare l'iniziativa di estrema destra che si tiene ogni anno l'11 agosto a Trespiano. L'11 agosto è un giorno di festa e non c'è spazio per nostalgici, razzisti e fascisti".

Redazione Nove da Firenze