E45, Ceccarelli: "Chiederemo a De Micheli la riapertura della Tiberina 3 bis"

Ponte Contea: dopo lo stop ripartiti i lavori dell'Anas. Il sindaco di Dicomano Passiatore: "Basta ritardi"


FIRENZE- "La riapertura completa al traffico del viadotto del Puleto sulla E 45 risolve una grave criticità, che ha provocato danni ad imprese e lavoratori, per molti mesi". Lo afferma Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale a infrastrutture e trasporti, secondo il quale bisogna puntare ora sulla prevenzione e sulla riapertura della Tiberina 3 bis. "Occorre un grande impegno da parte di Anas – sottolinea Ceccarelli - affinché siano garantiti tutti gli interventi necessari a prevenire il ripetersi di fatti di questa gravità, ma occorre anche che sia riaperta al più presto la Tiberina 3 bis, che rappresenta l'unica alternativa in caso di chiusura, anche per fatti meno gravi, della E45. In questo senso, sarà nostra cura mettere la questione tra i punti all'ordine del giorno dell'incontro che avremo il prossimo 11 ottobre con il ministro Paola De Micheli, alla quale chiederemo di sollecitare la riapertura della Tiberina 3 bis".

Sono ripresi i lavori Anas sul ponte di Contea, sulla Strada Statale 67. La situazione di stallo si è sbloccata in questi giorni, precisamente lunedì, dopo un sopralluogo urgente che i sindaci di Dicomano, Rufina e Londa, Stefano Passiatore, Vito Maida e Tommaso Cuoretti, avevano richiesto ad Anas. Da un po' di tempo il cantiere andava a rilento e a un certo punto i lavori si sono fermati del tutto, con ritardi sul cronoprogramma previsto e disagi. I tre sindaci, dopo diverse sollecitazioni, avevano scritto al responsabile compartimentale di Anas esprimendo preoccupazione e chiedendo una rapida ripresa dei lavori. Il sopralluogo congiunto Anas-Comuni è stato effettuato la scorsa settimana, lunedì sono ripartiti i lavori. Ieri, inoltre, si è svolto un incontro tra il sindaco di Dicomano, il vicesindaco di Rufina, il sindaco di Londa, il responsabile Anas e quello della ditta che si è aggiudicata l'appalto, tecnici di Enel, Toscana Energia, Publiacqua e Tim per un aggiornamento su tempi e modalità di esecuzione dei lavori:
"In questi mesi le amministrazioni comunali si sono sempre dimostrate collaborative nei confronti di Anas e della ditta che sta eseguendo i lavori. Costantemente ci siamo aggiornati riportando ai cittadini i cronoprogrammi che di volta in volta ci sono stati riportati - afferma il sindaco di Dicomano Passiatore- Preoccupati per i ritardi che si stavano accumulando e per i disagi avvertiti - continua il sindaco Passiatore -, come Comuni abbiamo chiesto ad Anas un sopralluogo congiunto. Il sopralluogo c'è stato ed abbiamo avuto anche un incontro per rifare un punto generale. Ora - conclude - ci attendiamo che i lavori procedano regolarmente, senza ulteriori intoppi e con tempi certi per la conclusione. Altri ritardi saranno difficilmente comprensibili".

Redazione Nove da Firenze