Rubrica — Mostre

Due opere in Lego di Ai Weiwei restano a Firenze

Il Self-Portrait (Autoritratto) sarà donato alla Collezione degli Autoritratti delle Gallerie degli Uffizi


Firenze: la grande mostra di Palazzo Strozzi Ai Weiwei. Libero, che si è conclusa il 22 gennaioin quattro mesi di programmazione ha raggiunto, con grande successo di critica, la cifra record di 150.000 visitatori, attestandosi come una delle mostre di arte contemporanea più visitate di sempre in Italia.

Ad una settimana dal termine della rassegna l’artista cinese ufficializza la donazione di due opere realizzate con i mattoncini LEGO: il Self-Portrait (Autoritratto) che sarà donato alla Collezione degli Autoritratti delle Gallerie degli Uffizi e una variante de Il Ritratto di Filippo Strozzi, che sarà donato alla Fondazione Palazzo Strozzi. Quest’ultima opera prosegue la serie dedicata agli oppositori politici realizzata da Ai Weiwei che con la mostra Ai Weiwei.Libero per la prima volta si è confrontato con personaggi del passato che hanno subito persecuzioni a causa del loro pensiero.

“Il successo di questa mostra non si ferma solo al numero di visitatori ma viene amplificato dalla generosità dell’artista che con queste donazioni ha voluto lasciare un segno del suo speciale legame con la città di Firenze e contribuire ad arricchirne il patrimonio artistico anche nell’arte contemporaneadichiara Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi

“Un’acquisizione importante, che si collega alle recenti donazioni di autoritratti contemporanei incentrati sul tema del multiplo all’interno della produzione di massa e che declina sapientemente la poetica dell’autoritratto grazie all’uso dei colori primari. Il prezioso dono di Ai Weiwei sarà visibile da novembre all’interno della nuova sistemazione della prestigiosa Collezione degli Autoritratti, nelle nuove sale ad essi destinate” commenta Eike Schimidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi.

Redazione Nove da Firenze