Rubrica — Fiorentina

Domani il recupero: un minuto di applausi per ricordare Davide Astori

Udinese e Fiorentina in campo alle 18.30 al Friuli - Dacia Arena. I convocati: tornano Lasagna, Barak e Hallfredsson. Oddo: domani avremo bisogno della spinta del pubblico


Ci sarà un momento particolare durante Udinese-Fiorentina, un minuto per ricordare tutti assieme Davide Astori nella partita che si sarebbe dovuta giocare quel tragico 4 marzo. Il 13 era il numero della sulla maglia, e proprio al minuto 13 del primo tempo sui mega schermi della Dacia Arena comparirà la sua foto, un ricordo e un segnale per invitare tutto il pubblico presente allo stadio a dedicargli un lungo e sentito applauso. E’ questa l’iniziativa che Udinese e Fiorentina hanno scelto per ricordare il Capitano viola durante la partita di martedì 3 aprile, a un mese dalla sua scomparsa. Una commemorazione a cui parteciperanno anche i tifosi dell’AUC che esporranno in quel momento uno striscione dedicato ad Astori.

I convocati viola per Udinese - Fiorentina:

Benassi, Biraghi, Cerofolini, Chiesa, Cristoforo, Dabo, Dias, Dragowski, Eysseric, Falcinelli, Gaspar, Laurini, Lo Faso, Milenkovic, Olivera, Petko, Pezzella, Saponara, Simeone, Sportiello, Veretout, Vitor Hugo.

Mister Oddo ha chiamato 22 giocatori per la partita casalinga. Tornano disponibili Lasagna e Hallfredsson dopo gli infortuni e anche Barak che ha scontato la squalifica. Seconda convocazione per il primavera Ndreu. Quella di domani sarà una partita difficile da giocare tenendo conto il motivo per il quale è stata rinviata.

"Sarà difficile per la Fiorentina ma anche per noi non sarà facile. D’altronde tragedie così non si scordano più, inevitabilmente i ricordi vanno a quel giorno e mentalmente entrambe le squadre potranno esserne condizionate". Queste le parole di Mister Massimo Oddo in vista dell’incontro di domani Una considerazione sulla Fiorentina, che viene da quattro vittorie di fila con diversi giocatori in forma. Che partita sarà?"La Fiorentina sta molto bene, anche fisicamente, sono un gruppo compatto con ottimi valori tecnici che può mettere in difficoltà chiunque. Dobbiamo partire dai presupposti con cui siamo andati a Bergamo, una partita di sofferenza in cui sfruttare al meglio le nostre attuali potenzialità e cercare di fare risultato positivo, a tutti i costi".

Redazione Nove da Firenze