Rubrica — Mostre

Croce Rossa Italiana: oggi si apre la mostra

Presenti personalità di CRI e rappresentanti istituzionali. Protagoniste le Infermiere Volontarie: attesa Sorella Monica Dialuce ispettrice nazionale


SUCCEDE A EMPOLI — Solidarietà nella sofferenza: il senso di una presenza che ha segnato la storia d'Italia. E' quella della Croce Rossa che racconta e si racconta in un'iniziativa tutta da scoprire. E' la CRI di Empoli che prova a farlo con un evento che mette sotto i riflettori la Grande Guerra attraverso una mostra storico/ricostruttiva con fini didattici e vuole onorare, con una pubblicazione, i caduti di tutto il circondario dell’Empolese Valdelsa. L’iniziativa rientra nel programma ufficiale per la Commemorazione del Centenario della Prima Guerra Mondiale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il Patrocinio del Consiglio della Regione Toscana, della Città Metropolitana, dell’Unione dei comuni Circondario Empolese Valdelsa e del comune di Empoli.

Su una superfice di circa 900 mq. , verrà inaugurata oggi 18 marzo 2018, alle ore 16.00 presso il Palazzo delle Esposizioni Piazza Guerra Guido 13 – Empoli (FI), alla presenza delle autorità. Nell’occasione verrà deposta una corona d’alloro al Monumento ai Caduti in Piazza della Vittoria. La mostra resterà aperta fino al 7 aprile con ingresso gratuito nei seguenti orari:

  • dal 19 al 24 marzo ore 8.30/13.00
  • 25 marzo ore 15.00/19.00
  • 26-27-28 marzo ore 8.30/13.00
  • 29-30-31 marzo e 3 aprile ore 15.00/19.00
  • dal 4 al 7 aprile ore 8.30/13.00
  • 1 e 2 aprile chiuso

Le scolaresche, appartenenti alle ultime classi della scuola primaria, secondaria di primo e di secondo grado, sono state invitate a partecipare all’evento. Dopo la visita alla mostra, gli studenti saranno chiamati a seguire una lezione nella quale verrà discusso il tema della Grande Guerra e il ruolo che ha avuto la Croce Rossa Italiana, invitando poi gli studenti a raccontarla, a modo loro, attraverso un disegno o uno scritto. L’obiettivo di questo progetto è quello di ricordare la Grande Guerra per celebrare la pace e far conoscere l’attività della Croce Rossa Italiana in uno dei conflitti tra i più sanguinosi della storia, stimolando i ragazzi alla cultura della non violenza. La Croce Rossa ha “combattuto” questa guerra senza armi, ma solo con il coraggio: i volontari hanno offerto anche la propria vita in favore dei moltissimi soldati feriti e mutilati.

La domenica di chiusura della mostra, la mattina, dopo il concerto della Banda del Corpo Militare Volontario della C.R.I., verranno premiati i lavori più belli eseguiti dai ragazzi.

L'esposizione vede coinvolti Associazione Croce Rossa Italiana, Esercito Italiano, Aeronautica Militare, Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare, Guardia di Finanza, Forestale, Carabinieri ed Associazioni civili e d'Arma, collezionisti privati, Associazione Filatelica di Croce Rossa “Palasciano”, Associazione “Cime e trincee”, Associazione “Paese dei Balocchi” ed il “Club Moto Epoca Firenze”.

Grande la partecipazione della Croce Rossa Italiana, Corpo Militare Volontario Centro di Mobilitazione Tosco Emiliano, che ricreerà un ospedale da campo con un’ambulanza ippotrainata. Una sezione sarà poi dedicata all’importante ruolo che ebbero le donne al fronte, le prime in uniforme: le crocerossine, le donne medico /farmaciste e le infermiere samaritane. Proveniente dalla Raccolta Museale Regione Toscana CRI sarà esposta la divisa originale delle Infermiere Volontarie CRI modello “Aosta”, in uso durante la Grande Guerra unitamente a distintivi, libri, cartoline di propaganda ed a medaglie delle quali furono insignite.

Mostre — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it