Crisi Rifle: incontro lunedì 14 settembre con proprietà, sindacati, istituzioni

A Maggio chiesto il concordato in continuità. Grande preoccupazione di 40 lavoratori occupati tra Firenze e Arezzo e sindacati


La storica azienda di abbigliamento Rifle e Co conta complessivamente 96 dipendenti sul territorio nazionale, di cui oltre 40 fra le province di Firenze e Arezzo. L’azienda è attualmente in cassa integrazione straordinaria dal 12 luglio 2020 ed ha chiesto il 18 maggio un concordato in continuità.

Un incontro sulla situazione di crisi che sta interessando la Rifle, la storica azienda di abbigliamento di Barberino di Mugello, si terrà lunedì 14 settembre, alle ore 12, in video conferenza. . Al tavolo regionale siederanno i rappresentanti delle istituzioni, della proprietà, e delle organizzazioni sindacali. Ne ha dato notizia il consigliere del presidente della Regione per il lavoro nel corso dell’incontro in videoconferenza che si è tenuto oggi con il sindaco e l’assessore al lavoro del Comune di Barberino e i rappresentanti sindacali di Filctem-Cgil e Femca-Cisl. La Regione ha così subito accolto la sollecitazione venuta da lavoratori e sindacati per l’apertura di un tavolo dopo la richiesta di concordato in continuità avanzata nel maggio scorso dalla società e l’avvio della cassa integrazione straordinaria, dal luglio scorso, per 96 lavoratori.

Redazione Nove da Firenze