"Covid Toscana, c'è stato un peggioramento ma non eccessivo"

L'analisi del consigliere regionale Anselmi: "Ci auguriamo che Rt, che sarà valutato nelle prossime ore, resti sotto 1 (scorsa settimana era 0,95) e che si possa evitare di passare in arancione". Oggi 551 nuovi casi su 17.586 test. Giani: "Proseguiamo la nostra campagna Scuole Sicure, con test rapidi a studenti, docenti e personale scolastico per garantire le scuole aperte in sicurezza"


I nuovi casi registrati in Toscana sono 551 su 17.586 test di cui 10.508 tamponi molecolari e 7.078 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 3,13% (6,4% sulle prime diagnosi).

L'anticipazione giornaliera è del presidente toscano Eugenio Giani che aggiunge: "Proseguiamo la nostra campagna Scuole Sicure, con test rapidi a studenti, docenti e personale scolastico per garantire le scuole aperte in sicurezza.

"Il rapporto positivi/tamponi - analizza il consigliere regionale Gianni Anselmi - scende al 6,4%.Lo scorso mercoledì erano 502, ma il rapporto era più alto al 7,3%.Il mercoledì precedente, 20 gennaio, erano 443, con il rapporto che era 8,2%. Nel nostro territorio 64 casi: 36 nel livornese, 23 nelle Valli Etrusche (10 Bassa Val di Cecina, 13 Val di Cornia) e 5 all’Elba.Sui vaccini la Toscana è la 7ª regione, con il 94,6% di dosi somministrate sulle 137.940 assegnate. C’è stato un peggioramento dei dati nei giorni scorsi, non eccessivo tenendo conto delle varie settimane di “giallo”. Ora registriamo segnali di riallineamento dei numeri alle performance delle scorse settimane. Naturalmente ci sono situazioni locali che devono essere monitorate.  Ci auguriamo che Rt, che sarà valutato nelle prossime ore, resti sotto 1 (scorsa settimana era 0,95) e che si possa evitare di passare in arancione".

Redazione Nove da Firenze