Covid Elba, screening sperimentale di massa deciso dalla Regione

Ne dà notizia il consigliere Gianni Anselmi: "Dati di poco superiori alla media regionale ma l'attenzione va tenuta alta". Il presidente toscano Giani sui social: "Seguo costantemente la situazione, continueremo a garantire l’adeguato supporto alla squadra sanitaria dell'isola". Oggi 23 dicembre nella regione 435 nuovi casi su oltre 16mila test e tamponi


Nei giorni scorsi i sindaci elbani avevano scritto alla Regione dicendosi preoccupati per l'evoluzione del contagio sull'isola. Oggi il presidente toscano Eugenio Giani ha dato loro assicurazione scrivendo sui social: "Sto seguendo costantemente la situazione Covid all’Elba insieme alla ASL e alle istituzioni locali. Continueremo a garantire l’adeguato supporto alla squadra sanitaria dell'isola ma non dobbiamo abbassare la guardia".

Il consigliere regionale Gianni Anselmi dà una notizia in più, fresca fresca: "Buongiorno - scrive sulla sua pagina FB - in questi giorni durante le sedute del Consiglio regionale sul bilancio mi sono occupato, fra le altre cose, della situazione del contagio all’Elba. Ieri su 200 tamponi refertati sull’isola si sono registrati 24 casi. È il 12% dei tamponi, un dato non alto e solo di poco superiore alla media regionale. Si temeva di molto peggio ma l’attenzione sul territorio va tenuta alta, ed è per questo che presto proprio dall’Elba la Regione farà partire un progetto sperimentale di screening a largo raggio. I dati di oggi in Toscana sui nuovi positivi in rapporto ai tamponi si confermano buoni. Nessun caso in Val di Cornia, uno in Val di Cecina, pochi a Livorno. È l’ultimo giorno “giallo” prima del periodo di restrizione rosso-arancione che durerà fino alla Befana, usiamolo con correttezza. Buona giornata, grazie per l’attenzione", conclude Anselmi.

Intanto i nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 435 su 12.264 tamponi molecolari e 5.871 test rapidi effettuati.

Redazione Nove da Firenze