Rubrica — Editoria Toscana

Covid-19: la biblioteca si attiva on line e con i libri "da asporto"

Gli appuntamenti della prossima settimana tutti su Facebook a Borgo San Lorenzo, Empoli e Montelupo Fiorentino. Attiva anche la biblioteca digitale DigiToscana MediaLibraryOnLine


Libri da asporto? In biblioteca si può. La biblioteca chiude, ma non sospende il servizio. Anche nel difficile periodo che stiamo vivendo, con il riaggravarsi della pandemia che ha imposto la chiusura delle biblioteche comunali, dei musei e degli spazi culturali fino al 3 dicembre, possiamo trasformare il periodo delle restrizioni in una condizione propizia che stimola a prenderci cura di noi e della nostra interiorità.

A seguito del DPCM del 3 novembre 2020, anche la Biblioteca comunale di Borgo San Lorenzo ha dovuto stoppare le proprie attività e chiudere le sale di studio e consultazione. È stato però attivato, a partire da lunedì 9 novembre, un nuovo servizio: “il libro da asporto.” Come funzionerà: sarà aperta la porta della cappellina a fianco della biblioteca, da lì i cittadini, senza entrare all’interno dei locali, potranno riportare i libri già letti, depositandoli direttamente in un raccoglitore, e ritirare il loro pacchetto di libri o DVD, precedentemente prenotati. Come prenotare i libri? Attraverso la app SdimmApp o scrivendo una mail a biblioteca@comune.borgo-san-lorenzo.fi.it. Attivo anche un servizio di assistenza telefonica e reference on line dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 18,30 tel. 0558457197. Una volta effettuata la prenotazione arriverà la conferma di "Pronto al prestito", i libri dovranno essere ritirati entro i 5 giorni lavorativi successivi.

Il nuovo progetto “C’è un libro per te”, messo in piedi dall’Ufficio Cultura del Comune di Greve in Chianti consiste nell’attivazione del prestito di libri a domicilio, gestito dalla biblioteca comunale Carlo e Massimo Baldini di Greve in Chianti. Saranno i bibliotecari Lucia Donnini e Andrea Zannotti ad occuparsi in maniera diretta delle richieste e della consegna a domicilio dei testi presi in prestito. Inforcata la bicicletta della cultura a distanza, i libri ‘chiamati’ dai cittadini, sanificati e in sicurezza, potranno viaggiare tra una casa e l’altra e regalare un’opportunità di crescita e arricchimento a chi, lettore di ogni età, ritaglierà uno spazio per la lettura. I libri saranno sanificati e messi in quarantena prima di esseri rimessi in circolazione.

“In questo momento il libro ha lo stesso valore di un bene di prima necessità - dichiara l’assessore alla Cultura Lorenzo Lotti - e l’attività che facciamo partire, grazie al responsabile del settore Cultura Simona Ficorilli e ai bibliotecari che si sono messi a disposizione dell’iniziativa con tanta dedizione, si propone come nuovo servizio gratuito che mira a tenere vive menti e cultura, supportando nello specifico le persone che hanno problemi di mobilità e le fasce deboli della popolazione, come anziani e diversamente abili”.

Accedere al servizio è semplice: si possono prenotare i libri contattando telefonicamente la biblioteca comunale (055.8546433) o utilizzando l’email di posta elettronica (biblioteca@comune.greve-in-chianti.fi.it).

Programma di attività online a Empoli per la biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ e i musei cittadini, con nuove proposte che saranno programmate nelle prossime settimane. Chi non vuole rinunciare ad una bella lettura, divertirsi con un laboratorio creativo, approfondire la conoscenza dei più svariati argomenti, può collegarsi alla pagina Facebook della biblioteca (@fuciniempoli) e seguire i bibliotecari comodamente da casa. Un’attività al giorno per tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì, alle 17.

Anche a Montelupo Fiorentino le attività della biblioteca si spostano on line. Si parte con i laboratori per i più piccoli. Appuntamento tutti i martedì. In questo periodo già così difficile arriva un’ulteriore stretta alle nostre possibilità di movimento e soprattutto alla possibilità di vivere la cultura nel tempo libero: la chiusura delle biblioteche. Il MMAB che da maggio scorso ha una programmazione quotidiana (“MMABedì: ogni giorno MMAB”) sulla propria pagina facebook, integrata anche con la pubblicazione di contenuti culturali sul blog della biblioteca, si lancia in un’altra produzione di contenuti pensati ad hoc per il proprio affezionato pubblico di piccoli e piccolissimi. Si tratta di “Laboratoriamo: il MMAB in diretta”: una diretta facebook dalla pagina del MMAB ogni martedì ale 17.00 (stesso giorno e stesso orario in cui normalmente si svolgevano le letture animate in presenza) in cui un’operatrice esperta condurrà un laboratorio a distanza per far esprimere con le diverse tecniche artistiche i bambini collegati e, magari, riuscire così a convogliare la loro attenzione su pensieri positivi. Il tema per il mese di novembre sarà l’autunno, fonte inesauribile di ispirazione grazie ai suoi colori in trasformazione e alla natura che esprime tutta la propria forza in questa stagione. I materiali da preparare verranno di volta in volta descritti all’interno dell’evento stesso in modo che possano essere preparati per tempo. Naturalmente i video resteranno disponibili e visibili a tutti anche dopo la diretta. Uno specifico contenuto, quindi, che va ad aggiungersi alle rubriche già presenti (“Gira e rigira” dedicata ai film, “Il segnalibro” dedicata ai libri, “AsSaggi di libri” dedicata alla saggistica, “Eletta schiera” dedicata ai cantautori, e il racconto a puntate “Pozzi” pubblicato ogni mercoledì sul blog della biblioteca), e che si rivolge in modo particolare ai bambini e alle famiglie che frequentano abitualmente il MMAB.

Per affrontare l’emergenza sanitaria e psicologica il Comune di Barberino Tavarnelle porta la biblioteca, o meglio le biblioteche “Alda Merini” di Barberino Val d’Elsa ed “Ernesto Balducci” di Tavarnelle Val di Pesa, a casa dei cittadini con il ‘ritorno’ di #Io leggo da casa, il servizio di prestito a domicilio, attivato con successo durante il lockdown della scorsa primavera. La giunta Baroncelli riparte dunque dalla funzione sociale del libro, un nutrimento per la mente in questa difficile e complessa situazione sulla quale da qualche giorno grava una nuova necessaria stretta del Governo con l’emanazione del Dpcm del 4 novembre che ha applicato ulteriori misure restrittive sugli spazi culturali, compresi biblioteche e musei, decretandone la chiusura fino al 3 dicembre.

“Le biblioteche chiudono ma i bisogni non si spengono – dichiara l’assessore alla Cultura Giacomo Trentanovi - la nostra è un’opportunità che vuole esprimere ancora una volta tutta l’attenzione e la vicinanza di cui ha bisogno la comunità in questa fase della pandemia. Consegneremo libri a domicilio a coloro che ne faranno richiesta pensando in particolare a dare una risposta alle persone più fragili, anziani, diversamente abili, persone che hanno difficoltà negli spostamenti, anche temporanei”. Il procedimento del prestito a domicilio, gratuito e attivo durante il periodo di chiusura delle biblioteche comunali, si svolgerà in sicurezza. I libri che si consegnano a domicilio seguono uno specifico protocollo di sanificazione ovvero vengono messi in quarantena tra un prestito e l’altro, in ambienti opportunamente igienizzati.

“E’ un progetto a cui tengo molto – aggiunge il sindaco David Baroncelli – nella fase di semilockdown, in cui la nostra regione è appena entrata, leggere può aiutare tanto, si ritrova lo spazio per coltivare noi stessi e la forza per allontanare ansie e pensieri negativi, il libro crea memoria e fa sentire meno soli, una medicina dell’anima che mettiamo a disposizione portando direttamente a casa e nel rispetto delle norme anticontagio, libri e testi richiesti in prestito”.

Le biblioteche comunali di Barberino e Tavarnelle continuano ad erogare servizi gratuiti accessibili h24 tramite medialibrary e consultazione on line del patrimonio complessivo costituito da circa 40mila documenti, disponibili tutto l'anno.

Redazione Nove da Firenze