Coronavirus: multe da 400 a 3mila euro (e oltre) per i "furbetti"

foto da Rai

L'annuncio del premier Conte. Se la violazione è commessa con un veicolo viene aumentata di un terzo ma non scatta il sequestro. Le Regioni possono adottare misure più severe. "Scioperi? Il Paese in questa fase non se li può permettere". Smentita la proroga dei provvedimenti fino al 31 luglio


Chi aggira le misure governative sul Coronavirus rischia una multa fino a 3mila euro (e oltre): è la misura sanzionatoria annunciata dal premier Conte in una conferenza stampa convocata nel tardo pomeriggio. Le nuove sanzioni per i "furbetti" vanno da 400 a 3mila euro. E se la violazione è commessa alla guida di un autoveicolo la multa è aumentata di un terzo ma non ci sarà il sequestro del mezzo.

Conte ha anche detto che le Regioni possono adottare misure più restrittive, severe rispetto a quelle governative. E ha smentito una voce secondo la quale le misure restrittive sarebbero andate avanti fino al 31 luglio. "Confidiamo di ritirarle molto prima", ha detto.

Sulla possibilità di uno sciopero dei sindacati, il premier ha sottolineato che "stiamo facendo degli aggiustamenti coinvolgendo anche i sindacati che non sono rimasti soddisfatti per alcune scelte. Mi auguro che non ci siano scioperi di sorta. In questa fase il Paese non se lo può permettere. Per me il metodo migliore è il confronto ma la decisione spetta al governo". Sulla possibilità di una precettazione, Conte ha detto: "Sono convinto che non arriveremo a questo, ho visto nel mondo sindacale un grande senso di responsabilità".

I benzinai hanno manifestato il loro stato di sofferenza e a questo riguardo Conte ha detto che "per quanto riguarda i rifornitori di carburante la ministra De Micheli adotterà una ordinanza che consentirà di regolamentare anche l'orario di apertura per assicurare i rifornimenti in tutta la penisola".

Antonio Patruno