Coronavirus: anche a Firenze occhio alle truffe del tampone

Cna lancia l'allarme: ad esser presi di mira in particolare gli anziani soli in casa. Nessun medico è stato incaricato dal servizio sanitario di effettuare tamponi a domicilio. Mentre un malvivente fa il falso tampone, l'altro fa man bassa di denaro e preziosi


Stanno aumentando i casi di truffe legati alla paura del Coronavirus.

A mettere in guardia la popolazione di Firenze sono CNA pensionati Firenze e CNA Cittadini Firenze, la costola dell’associazione di categoria che offre servizi alle persone.

Dopo altre regioni italiane, anche in Toscana e nella Città Metropolitana di Firenze, truffatori che si spacciano per personale medico autorizzato dal servizio sanitario nazionale si stanno presentando al domicilio dei cittadini, in particolar modo degli anziani, preceduti o meno da una telefonata per fissare un appuntamento, allo scopo di sottoporre la persona al tampone del Coronavirus.

In realtà, mentre il cittadino si sta sottoponendo al tampone (fasullo) i truffatori stanno rubando preziosi, denaro ecc.

Nessun medico è stato incaricato dal servizio sanitario di effettuare tamponi a domicilio come misura preventiva del diffondersi del Coronavirus.

Nel dubbio, raccomanda CNA, chiamare sempre le autorità per una verifica.

Redazione Nove da Firenze