Coronavirus: 510 nuovi casi e otto decessi

Domenica 31 gennaio 2021 l'età media è di 44 anni. 138 casi positivi nell’Asl Toscana nord ovest. Il sindaco di Empoli: «Impegniamoci tutti a evitare la terza ondata del virus e a mantenerci in Zona Gialla»


In Toscana sono 134.456 i casi di positività al Coronavirus, 510 in più rispetto a ieri (507 confermati con tampone molecolare e 3 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 121.079 (90,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 10.229 tamponi molecolari e 3.657 tamponi antigenici rapidi, di questi il 3,7% è risultato positivo. Sono invece 7.194 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 7,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 9.175, +1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 744 (1 in più rispetto a ieri), di cui 96 in terapia intensiva (1 in più). Purtroppo, oggi si registrano 8 nuovi decessi: 2 uomini e 6 donne con un'età media di 84,8 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Relativamente alla campagna vaccinale anti-Covid, alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 118.251 vaccinazioni, 4.615 in più rispetto a ieri (+4,1%), tenendo presente che le Aziende del Sistema Sanitario Regionale proseguono per l'intera giornata. La Toscana è la 4° regione per % di dosi somministrate su quelle consegnate (l’88,4% delle 133.840 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 3.176 per 100 mila abitanti (media italiana: 3.159 per 100 mila). E’ possibile seguire in tempo reale l’andamento della campagna di vaccinazione anti- Covid, avviata in Toscana il 27 dicembre scorso, grazie al nuovo portale web regionale, on line dallo scorso 7 gennaio 2021.

L'età media dei 510 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (il 16% ha meno di 20 anni, il 27% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (507 confermati con tampone molecolare e 3 da test rapido antigenico). Sono 37.408 i casi complessivi ad oggi a Firenze (161 in più rispetto a ieri), 11.383 a Prato (40 in più), 11.420 a Pistoia (49 in più), 8.501 a Massa (16 in più), 13.798 a Lucca (53 in più), 18.095 a Pisa (39 in più), 10.375 a Livorno (33 in più), 12.148 ad Arezzo (74 in più), 6.232 a Siena (34 in più), 4.541 a Grosseto (11 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 253 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 138 nella Nord Ovest, 119 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.612 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 4.219 x 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 4.409 casi x 100.000 abitanti, Massa Carrara con 4.383, Pisa con 4.285, la più bassa Grosseto con 2.057.

Un invito ad un "aperitivo intelligente e responsabile". E’ quello il Comune di Empoli rivolge a tutta la cittadinanza ed in particolare ai più giovani, dopo la riapertura nei giorni scorsi di bar e ristoranti, ma anche ai titolari degli esercizi pubblici.

In città, in questo ultimo sabato, si sono registrate segnalazioni da parte della cittadinanza per casi di assembramenti legati alla ‘movida’. L’attenzione dei vigili urbani rimarrà alta nei prossimi giorni, a tutela di tutta la cittadinanza.

«È evidente che non ci possono essere sconti di fronte al mancato rispetto delle prescrizioni a contrasto della diffusione del contagio da Covid-19. Non potranno essere accettati assembramenti e affollamenti e neanche apertura oltre l'orario consentito. L'interesse dell'amministrazione comunale – sottolinea il sindaco di Empoli Brenda Barnini – è tutelare tutta la cittadinanza, per questo dobbiamo adoperarci affinché tutti rispettino le regole. Per poter mantenere questo livello di libertà che ci dà la ‘zona gialla’ e soprattutto per mantenere le scuole aperte. L'impegno a non far partire una terza ondata del virus deve essere un impegno preso sul serio da tutti i cittadini».

Complessivamente, 8.431 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (91 in più rispetto a ieri, più 1,1%). Sono 19.743 (600 in più rispetto a ieri, più 3,1%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 6.462, Nord Ovest 7.657, Sud Est 5.624).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 744 (1 in più rispetto a ieri, più 0,1%), 96 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 1,1%). Per quanto riguarda i ricoveri  negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 212 (ieri erano 203), di cui 23(ieri 22)in Terapia intensiva. All’ospedale di Livorno 61 i ricoverati, di cui 5 in Terapia intensiva. All’ospedale di Lucca 37 i ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva. All’ospedale Apuane 48 ricoverati, di cui 6 in Terapia intensiva. All’ospedale Versilia 45 ricoverati, di cui 6 in Terapia intensiva. All’ospedale di Pontedera 13 ricoverati, di cui 1 in Terapia intensiva. All’ospedale di Cecina 8 i ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva.

Le persone complessivamente guarite sono 121.079 (410 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 269 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 120.810 (410 in più rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Purtroppo, oggi si registrano 8 nuovi decessi: 2 uomini e 6 donne con un'età media di 84,8 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 4 a Firenze, 3 a Arezzo, 1 a Siena. Sono 4.202 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 1.414 a Firenze, 287 a Prato, 305 a Pistoia, 426 a Massa Carrara, 403 a Lucca, 491 a Pisa, 298 a Livorno, 251 ad Arezzo, 162 a Siena, 106 a Grosseto, 59 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 112,9 x 100.000 residenti contro il 146,5 x 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (219,7 x 100.000), Firenze (140,8 x 100.000) e Pisa (116,3 x100.000), il più basso a Grosseto (48,0 x 100.000).

Redazione Nove da Firenze