Coronavirus: 5 nuovi casi, 1 morto e nessun focolaio in Toscana

I dati del 24 giugno mentre in mattinata erano rimbalzate notizie poi smentite dall'Ausl Toscana Centro. I ricoverati nei posti letto Covid sono 31, 5 più di martedì


In Toscana sono 10.222 i casi di positività al Coronavirus, 5 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,05% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 8.791 (l’86% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 320.799, 3.866 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 330, -2,1% rispetto a ieri. Si registra 1 nuovo decesso: una donna di 96 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Da oggi, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i nuovi casi giornalieri di positività sul territorio regionale: 1 a Firenze, 2 a Pistoia, 1 ad Arezzo, 1 a Grosseto.

Sono 3 in più quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 0 nella Nord Ovest, 2 nella Sud est.
Secondo il nuovo sistema di rilevazione in vigore da oggi, sono 3.185 i casi complessivi ad oggi a Firenze, 530 a Prato, 743 a Pistoia, 1.050 a Massa Carrara, 1.351 a Lucca, 925 a Pisa, 476 a Livorno, 670 ad Arezzo, 427 a Siena, 394 a Grosseto. Sono 471 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

In base al nuovo sistema di rilevazione dati la Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 274 casi per 100.000 abitanti (compresi i casi fuori regione), a fronte della media italiana di ieri di circa 395 x100.000. Le province con il tasso più alto sono Massa Carrara con 539 casi x100.000 abitanti, Lucca con 348, Firenze con 315, la più bassa Siena con 160.

Complessivamente, 299 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (meno 12 rispetto a ieri, meno 3,8%).

Sono 2.587 (meno 131 rispetto a ieri, meno 4,8%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 1.008, Nord Ovest 1.520, Sud Est 59).

Aumentano le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID che oggi sono complessivamente 31, 5 in più di ieri (più 19%), di cui 5 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 16,7%). È il punto più basso dal 5 marzo 2020 per le terapie intensive.

Le persone complessivamente guarite salgono a 8.791 (più 11 rispetto a ieri, più 0,1%): 310 persone “clinicamente guarite” (meno 15 rispetto a ieri, meno 4,6%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 8.481 (più 26 rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Purtroppo, si registra 1 nuovo decesso: una donna di 96 anni. Relativamente alla provincia di notifica, la persona deceduta è a Siena. Sono 1.101 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 405 a Firenze, 51 a Prato, 81 a Pistoia, 162 a Massa Carrara, 141 a Lucca, 89 a Pisa, 61 a Livorno, 46 ad Arezzo, 33 a Siena, 24 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano, numero di deceduti per Covid-19 è di 29,5 x100.000 residenti contro il 57,4 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (83,1 x100.000), Firenze (40,0 x100.000) e Lucca (36,4 x100.000), il più basso a Grosseto (10,8 x100.000).

Da mercoledì 24 giugno, il Ministero della Salute ha cambiato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio. Il bollettino è uniformato a questa nuova modalità di rilevazione. Questo significa che tutti i casi positivi pregressi sono stati riassegnati in base alla provincia di residenza o domicilio, creando in alcuni casi scostamenti rispetto ai dati fin qui diffusi che seguivano il principio del luogo di rilevamento o di ospedalizzazione. I casi positivi residenti o domiciliati al di fuori della Toscana sono indicati nel nuovo campo "fuori regione". 

Alcune precisazioni dell’Ausl Toscana Centro

Ad oggi risulta nessun focolaio di Covid 19 nell’area territoriale di Prato e Pistoia. L’Azienda Ausl Toscana Centro, in applicazione della delibera regionale di lunedì scorso relativa alla valutazione dei pazienti debolmente positivi al SARS Cov 2, anche oggi ha provveduto a rivalutare 25 test debolmente positivi, dei quali risulta confermata la positività soltanto per 3 pazienti (1 residente in Provincia di Firenze e 2 in Provincia di Pistoia), non correlati tra loro sul piano epidemiologico.

I due pazienti residenti in Provincia di Pistoia sono stabili e ricoverati attualmente presso l’Ospedale San Jacopo con sintomatologia riconducibile al Covid 19.

Gli stessi dati sono stati riportati nella comunicazione odierna già inviata dalla Regione Toscana.

L'Ausl precisa inoltre che è normale rilevare nel corso della giornata test debolmente positivi, ma che giungono all'osservazione prima di interventi chirurgici, durante la pre ospedalizzazione, o provenienti dal pronto soccorso e che risultano affetti da altre patologie (ad esempio di tipo cardiologico, ortopedico, ginecologico, psichiatrico).

Alcuni di questi pazienti restano ricoverati in ospedale per le patologie di cui sono affetti, sebbene risultino negativi alla loro rivalutazione, mentre altri vengono dimessi a seguito della conferma della loro negatività. 

Redazione Nove da Firenze