Contro la Sampdoria i viola tornano finalmente alla vittoria

Buona gara con qualche affanno nel finale. In goal Pezzella e Chiesa. Ribery stratosferico. Castrovilli si conferma. Il campionato della Fiorentina può ripartire da questo successo. Domenica il Milan a San Siro


E' arrivata finalmente la sospirata vittoria viola. Il successo contro la Sampdoria è arrivato liberatorio dopo un'astinenza che durava dal 16 dicembre 2018, quando la Fiorentina superò l’Empoli al Franchi. Poi i viola si fermarono e in trasferta vinsero solo a Ferrara contro la Spal il 17 febbraio 2019. Dopo, un lunghissimo stop, quasi un incantesimo negativo, interrotto stasera, dai goal di Pezzella e di Chiesa.

E' una Sampdoria più determinata dei viola a inizio gara. I blucerchiati sono subito padroni del centrocampo, mentre la Fiorentina stenta a trovare il gioco e a uscire dalla propria metà campo. Al 2' minuto Ramirez impegna Dragowski a terra. Al quinto dopo un tentativo di alleggerire la pressione, Pezzella deve liberarsi del pallone con un colpo di nuca, per evitare che Gabbiadini lo aggiri. All’ottavo gran numero di Castrovilli, poi palla a Ribéry che va a cercare di concludere, mancando di un soffio l'aggancio. Non c'è molto ordine nel gioco della Fiorentina che non riesce a essere incisiva. La Sampdoria fa la partita, i viola stentano. Poi dopo il ventesimo la Fiorentina cresce. Una bella ripartenza di Pulgar innesta una devastante discesa di Ribery, fermato fallosamente al limite dell'area. I viola sono adesso aggressivi e al 25' un bel cross di Pulgar per Ribery è concluso dal francese con un tiro fuori bersaglio. Al 28' e al 30' Chiesa impegna Audero, E' la Fiorentina adesso a fare la partita e al 31' arriva il vantaggio viola. Dopo un calcio d'angolo di Pulgar la sfera arriva a Ribéry che serve con precisione Pezzella che di testa batte Audero.

Nella ripresa la Sampdoria è subito molto aggressiva e i viola, come a inizio partita vanno un po' in confusione. Al quinto brivido per i viola con Rigoni che scheggia la traversa. I blucerchiati non fanno molto altro per raddrizzare una partita che i viola sembrano avere in pugno. Al nono la Sampdoria rimane in dieci per l'espulsione di Murillo per secondo giallo. Pochi minuti dopo i viola raddoppiano. Dalbert inventa un assist per Chiesa che supera un avversario e batte Audero:

In superiorità numerica i viola dominano una Sampdoria in grande affanno. Al 26' i Viola ci provano prima con Lirola e poi con Chiesa ma la conclusione è ribattuta.

Al 27' Montella schiera Sottil per Ribery che esce tra gli applausi di tutto il Franchi.

La partita sembra conclusa ma al 34' la riapre Bonazzoli che segna approfittando di una certa ingenuità difensiva dei viola. La Sampdoria prova a trovare il pareggio, i viola sono adesso impauriti, anche se cercano con insistenza il terzo goal. Nel finale Sottil va a terra in area, l'arbitro concede il rigore e mentre Chiesa si appresta a batterlo, il Var nega il penalty. La partita finisce dopo pochi minuti e i tifosi possono festeggiare questa vittoria che arriva dopo lunghi mesi e permette di guardare con maggiore ottimismo al futuro e alla sfida di domenica prossima a San Siro contro il Milan.

Visibilmente contento del risultato, Vincenzo Montella ha commentato la partita in conferenza stampa: “Sono stanco. Abbiamo sofferto nel finale, dopo una partita condotta benissimo dove abbiamo concesso poco, colpendo al momento giusto. Potevamo chiudere prima la partita e ci siamo rilassati troppo. Non meritavamo sicuramente di soffrire così tanto nel finale ma oggi conta la vittoria più di ogni altra cosa. Credo che questa vittoria serva a tutti: giocatori, staff ecc. Questa è stata una liberazione per tutti. Oggi ripeto, non c’era motivo per soffrire fino alla fine. D’ora in poi però giocheremo con più naturalezza e libertà. Abbiamo speso tanto oggi ma soprattutto domenica contro l’Atalanta. Ero molto timoroso soprattutto per gli esterni ma mi hanno sorpreso positivamente. Ora li mettiamo in ghiaccio e venerdì inizieremo a preparare poi la sfida contro il Milan”.

Fiorentina - Sampdoria 2-1

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli (37' st Benassi), Dalbert; Ribéry (27' st Sottil), Chiesa (46' Vlahovic). Allenatore: Montella

SAMPDORIA (3-4-1-2): Audero; Bereszynki, Murillo, Colley; Depaoli, Ekdal, Vieira, Murru; Ramirez (1' st Rigoni); Gabbiadini (Bonazzoli), Caprari (19' st Chabot). Allenatore: Di Francesco

Arbitro: Doveri di Roma

Reti: 31' pt Pezzella; 12' st Chiesa, 34' st Bonazzoli

Note: ammoniti Bereszynki, Vieira, Murillo, Depaoli, Lirola, Pulgar

Alessandro Lazzeri