"Con o senza pali, diciamo no alla tramvia"

Cellai e Razzanelli (Forza Italia) replicano alle dichiarazioni del sindaco: "La verità è un’altra, siamo ad aspettare le risposte alle innumerevoli osservazioni che abbiamo prodotto per fermare lo scempio della tramvia Firenze-Bagno a Ripoli"


Mario Razzanelli, da sempre contrario alla tramvia, consigliere di Forza Italia, e il suo capogruppo in Palazzo Vecchio Jacopo Cellai, sono intervenuti riguardo alle dichiarazioni del sindaco, circa la possibilità che il tratto Firenze-Bagno a Ripoli si possa fare con le batterie sui Sirio: “La verità è un’altra - dice Razzanelli -: siamo ad aspettare le risposte alle innumerevoli osservazioni che abbiamo prodotto per fermare lo scempio della tramvia Firenze-Bagno a Ripoli. Questa volta saremo ancora più duri perché numeri alla mano non ci sono le condizioni per realizzare questa opera che andrebbe a danneggiare tanti cittadini. Ci sono comitati che si sono già mossi e la preoccupazione nella zona interessata è altissima. Altro che eliminazione dei pali, noi siamo per l’eliminazione della tramvia”.

Jacopo Cellai, in piena sintonia col collega di Forza Italia, aggiunge una ulteriore considerazione: “Il sindaco invece di venirci a raccontare questa storia delle batterie sui Sirio, sarebbe bene che andasse in Consiglio Comunale a raccontare se esista o meno un piano dettagliato sul numero dei posti auto che verrebbero tagliati per lasciare spazio al passaggio della tramvia. In assenza di un piano che invece ci spieghi un concreto progetto sui parcheggi. Il traffico a Firenze è rimasto lo stesso, le attuali linee tramviare non hanno alleggerito il peso, anzi: sono diminuiti gli spazi sosta e in questo caso specifico le conseguenze sarebbero ancora più invasive. Noi da anni ci battiamo per un progetto alternativo alla tramvia e le nostre idee vengono sistematicamente non ascoltate. Mi pare che si navighi a vista, come sovente accade a questa amministrazione comunale”. 

Redazione Nove da Firenze