​Come costruire un' impresa online di successo

Quali sono gli ingredienti per realizzare un'impresa, o meglio una start-up che possa stare sul mercato e fare utili?


Firenze dagli anni '90 ad oggi ha dato i natali a tante, tantissime aziende digitali di grande successo e specializzate nelle più disparate aree della web economy. Ma quali sono gli ingredienti per realizzare un'impresa, o se preferite una start-up capace di affrontare le sfide del mercato?

Anche nella "IT Era" serve un' idea
Sembra banale ma anche nell'era della Information Technology per prima cosa, serve una idea vincente. Non per forza deve essere incredibilmente originale. A volte basta trovare la nicchia giusta, ancora inesplorata dai competitor più grandi e trarre profitto da un ristretto ma ben specifico pubblico. Il target può essere la chiave di volta in ambito e-commerce, così come in quello editoriale o magari anche se si vuole provare a seguire le orme degli influencer di successo.

Sicurezza, Tecnologia e Comunicazione
Abbiamo la nostra idea vincente pensata per una target specifico. E poi? Qualsiasi sia l'ambito da esplorare, non si può prescindere da una solida ed efficiente tecnologia . Se ad esempio vogliamo tuffarci nell'e-commerce dovremo avere una piattaforma web in grado di gestire gli ordini e l'inventario, sistemi di pagamento che garantiscano la sicurezza delle transazioni dei nostri clienti oltre ovviamente ad una assistenza degli utenti pronta a seguirli in ogni evenienza. Che si tratti di un casino online oppure di un sito di commercio elettronico per prodotti alimentari la customer experience è un aspetto fondamentale del business digitale eppure troppo spesso sottovalutato. Invece è nella giungla di offerte spesso a ribasso, la cura del cliente, la versione 2.0 del passaparola, o se preferite i servizi di post-vendita spesso possono fare la differenza nell'era dei feedback pubblicati in tempo reale da ogni singola persona.

Abbiamo pensato al fulcro della nostra impresa digitale, l'abbiamo trasformata in qualcosa di "reale", pronta ad accogliere e seguire clienti e/o visitatori. Ora dobbiamo fare in modo che qualcuno venga a visitare il nostro sito, la nostra pagina social o il nostro canale video. Le tecniche di marketing della rete oggi sono tante ed ognuna ha i suoi pro ed i suoi contro.

Quasi impossibile fare a meno dei social principali come Facebook, Instagram, Twitter, Youtube ed oramai anche l'emergente Telegram è diventato un must aziendale. Crearsi un pubblico “organico” cioè spontaneo e realmente interessato al nostro prodotto/servizio insieme a un'oculata strategia di Social Advertising è il mix vincente in qualsiasi strategia social.

La grande G di Google
E non dimentichiamoci assolutamente poi della pagina Internet notoriamente più visitata al mondo. Ovviamente stiamo parlando di Google. Sostanzialmente oramai quando si parla di Search Engine Optimization (SEO) o di Search Engine Marketing (SEM), si parla proprio della propria presenza sul motore di ricerca della grande G visto che a tutti gli altri competitor sono rimasti oramai le briciole.

Google My Business anche per le attività offline
La società di Mountain View in California che sta per lanciarsi anche nel mondo dei videogiochi con il servizio di cloud gaming chiamato Stadia, da qualche anno ha pure lanciato una suite di strumenti gratuiti chiamata Google My Business che si rivela molto utile anche per chi ha deciso di fare impresa nel modo più tradizionale magari con un negozio o un'attività di ristorazione. Grazie alla facilità di utilizzo, la possibilità di lasciare recensioni da parte dei clienti e di aggiornare rapidamente le informazioni basilari, tra cui gli orari di apertura e chiusura, GMB sta diventato un vero e proprio must anche per tutti coloro che hanno preferito fare business nel mondo reale ma con un occhio vigile anche al digitale.

Redazione Nove da Firenze