50 giorni di Cinema: il N.I.C.E Festival festeggia il 25° compleanno

Il Festival Internazionale di Cinema e Donne dal 5 al 10 novembre all'Odeon. Dal 5 al 10 dicembre a Firenze la 15/a edizione del "River to River Florence Indian Film Festival"


Quest’anno N.I.C.E.-New Italian Cinema Events, diretto da Viviana del Bianco, festeggia la 25ª edizione del festival negli Stati Uniti. Da anni impegnato a far conoscere e apprezzare il cinema italiano all’estero, N.I.C.E. USA 2015 si svolgerà a San Francisco dall’11 al 15 novembre, a Washington D.C. dal 16 al 17 novembre, per poi proseguire a New York dal 17 al 22 novembre, e infine a Philadelphia dal 3 al 6 dicembre. N.I.C.E., che nel tempo ha presentato gli esordi di artisti oggi internazionalmente affermati, per i venticinque anni si rinnova e presenta una selezione in concorso multiforme, che non offre solo entertainment, ma contribuisce a far conoscere la complicata architettura dell’odierna società italiana. Come ha sottolineato la Vicesindaca Cristina Giachi, N.I.C.E. è “un festival di qualità che ben rappresenta l’Italia all’estero, una formula originale che non svolge solo la funzione di promozione, ma invita anche allo studio, alla riflessione e alla ricerca sul cinema italiano”. A San Francisco il festival si svolgerà al Vogue Theater, in collaborazione con San Francisco Film Society, e in contemporanea in varie località della Baia. Per la prima volta quest’anno in sala i film di N.I.C.E. verranno presentati in un contesto di cinema internazionale, nella cornice della programmazione autunnale della S.F.F.S., che porta in sala il meglio della cinematografia mondiale contemporanea. A Washington D.C. N.I.C.E. in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura, organizza due eventi speciali: Italo, alla presenza della regista Alessia Scarso, all’Abramson Family Auditorium - New York University e Tempo instabile con probabili schiarite di Marco Pontecorvo all’Auditorium dell’Ambasciata di Italia. A New York N.I.C.E. continua a sperimentare nuove sale nei diversi distretti e quartieri della città. Una peculiarità che il festival ha sviluppato e mantenuto nei suoi 25 anni di storia, svolgendosi nelle varie edizioni presso il Quad Cinema, Tribeca Cinemas, SVA, Papp Public Theater, MoMa, Lincoln Center, IF Center, BAM Rose Cinemas, AMC Theatres e molti altri, raggiungendo sempre un pubblico diverso ed eterogeneo. Il festival inizierà alla Casa Italiana Zerilli-Marimò – New York University, dove il regista Marco Pontecorvo incontrerà gli studenti. I film di apertura durante la serata di gala alla SVA – School of Visual Arts saranno Tempo instabile, con probabili schiarite, introdotto dal regista Marco Pontecorvo e dall’attore John Turturro, e Se Dio vuole di Edoardo Falcone. I 7 film in concorso saranno proiettati nello storico cinema Anthology Film Archives. N.I.C.E. USA 2015 si concluderà a Philadelphia, con la selezione riproposta al completo all’International House, in collaborazione con la Penn University – Cinema Studies. A Firenze, durante la serata di gala del 13 dicembre al Cinema Odeon, alla presenza delle autorità cittadine, saranno consegnati due premi, a testimonianza di un cinema italiano giovane e vivace, in piena rinascita, sempre più apprezzato e celebrato all’estero: il Premio N.I.C.E. Città di Firenze al miglior film votato dal pubblico americano e il Premio Miglior Film - Giuria degli studenti delle scuole toscane. Le opere che compongono la selezione di N.I.C.E. quest’anno saranno Cloro di Lamberto Sanfelice, Io, Arlecchino di Giorgio Pasotti e Matteo Bini, Se Dio vuole di Edoardo Falcone, Mi chiamo Maya di Tommaso Agnese, Italo di Alessia Scarso, Tempo instabile con probabili schiarite di Marco Pontecorvo, Mediterranea di Jonas Carpignano. Fuori concorso, durante il festival, in accordo con le case di distribuzione americane, N.I.C.E. promuove i film italiani in uscita negli USA e quest’anno la Toscana sarà in primo piano, protagonista nell’ambientazione di film come Maraviglioso Boccaccio di Paolo e Vittorio Taviani e Il giovane favoloso di Mario Martone. Gli altri eventi speciali saranno Mia Madre di Nanni Moretti e Youth - La Giovinezza di Paolo Sorrentino.

E' stata presentata oggi alla stampa, martedì 3 novembre, la 37esima edizione del Festival Internazionale di Cinema e Donne, in cartellone alla 50 Giorni dal 5 al 10 novembre. Paese ospite è la Tunisia: presente a Firenze la regista Sonia Chamkhi, che presenterà il suo film Militantes.Proprio la militanza delle donne di tutto il mondo, la loro testimonianza e adesione alle battaglie per il riconoscimento dei diritti, è uno dei temi centrali del festival diretto da Paola Paoli e Maresa d'Arcangelo. Il festival farà il punto sulla situazione delle donne nei Paesi del post-primavera araba: in programma i corti tedeschi realizzati dall'Accademia di Media Arts di Colonia; la rassegna di film d'animazione delle registe portoghesi; i film e i documentari delle registe italiane, tra cui Wilma Labate e Antonietta De Lillo. Anteprima assoluta di "Violenza Invisibile", delle documentariste toscane Silvia Lelli e Matilde Gagliardo; il premio Sigillo della Pace a Sonia Chamkhi e Alessandra Pescetta (autrice di La città senza notte); il premio Gilda alla scrittrice e regista cinese Guo Xiaolou, che al festival presenta tre film:She a Chinese, UFO in her eyes, How is your fish todayIl festival quest'anno ha come titolo "Persona", un riferimento cinematografico al film di Ingmar Bergman e una valorizzazione della "persona" in senso antropologico, al centro dei processi sociali; la persona protagonista dei nuovi diritti, la persona artista, la donna."Con questo nome e le scelte dei film che abbiamo fatto - ha detto Paola Paoli - abbiamo inteso parlare dei diritti umani e, più nello specifico, dei nuovi diritti. Sonia Chamkhi, cui consegneremo il Sigillo della Pace per il suo Militantes, rappresenta al meglio quest'ultimo aspetto, un invito a battersi con sacrificio per il bene proprio e altrui. Alla regista Guo Xiaolu, di cui vedremo 3 film, daremo il premio Gilda. Con lei contiamo di inaugurare uno spazio da dedicare al nuovo cinema femminile cinese". Ogni sera per tutta la durata del festival, dal 5 al 10 novembre, alle ore 19.00, in Sala Specchi al cinema Odeon, incontro aperto al pubblico con le autrici e le protagoniste dei film presentati.

In attesa di vedere le star indiane sul tappeto rosso del cinema Odeon di Firenze dal 5 al 10 dicembre per la 15a edizione, il River to River Florence Indian Film Festival, dedicato al meglio della cinematografia indiana, ha raggiunto l'obiettivo della campagna di crowdfunding, lanciata sulla piattaforma web www.indiegogo.com. Il festival ha ottenuto il 100% del budget richiesto, pari a 15.000 dollari, in meno di due mesi(la campagna era partita lo scorso 7 settembre). "Quando abbiamo deciso di utilizzare il crowdfunding per sostenere questa edizione del festival - dice il direttore del festivalSelvaggia Velo - non sapevamo che cosa aspettarci. Eravamo certi che l'impresa sarebbe stata ardua. Con nostra enorme gioia ed altrettanta sorpresa oggi abbiamo raggiunto il 100 % in anticipo rispetto alla data di chiusura della campagna, siamo felicissimi e ringraziamo tutte le persone che ci hanno sostenuti, i donatori e i partner The Florentine, IED Firenze, la boutique Blu Knight e Serre Torrigiani. Avendo ottenuto l'obiettivo entro la data prestabilita, ci è permesso di tenere aperta la campagna per possibili altre donazioni per altro tempo: abbiamo quindi deciso di prolungarla fino al 15 novembre". La campagna, attiva on line, è accompagnata da un video di animazione, della durata di circa un minuto, realizzato per l’occasione dall’Istituto Europeo di Design (IED) di Firenze. Unico festival italiano interamente dedicato alla cinematografia indiana, il River to River Florence Indian Film Festival porterà alla scoperta della cultura di un paese ricco di fascino e contraddizioni, per sei giorni di proiezioni - in prima europea e italiana - mostre, incontri con registi e attori e momenti di approfondimento. Il River to River si sposterà poi allo Spazio Oberdan di Milano (Viale Vittorio Veneto n.2) con il “best of” dell’edizione fiorentina (febbraio 2016). Tra le novità di quest’anno, il festival inaugura una nuova collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna: nel 2016 i film vincitori della 15/a edizione saranno proiettati all’interno della programmazione della Cineteca di Bologna. All’interno della 50 Giorni di cinema internazionale a Firenze, il River to River Florence Indian Film Festival è ideato e diretto da Selvaggia Velo, con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India, e realizzato con il contributo di Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Ufficio Nazionale del Turismo Indiano di Milano. Il festival si avvale della collaborazione degli sponsor Salvatore Ferragamo, JK Place Firenze, Latte Maremma, Instyle, Hotel Roma, Air India, Pensione Canada e dei partner Four Seasons Hotel Firenze, Biennale d’Arte di Kochi-Muziris, Cineteca di Bologna, The Florentine e Ied Firenze. 

Redazione Nove da Firenze