Chirurgia live in Toscana: oncologia chirurgica mininvasiva in diretta video e collegamento web

In collegamento via web chirurghi provenienti da numerosi Stati e tra questi Stati Uniti, Giappone, Francia, Inghilterra, Belgio, Olanda, Svezia, Spagna, Portogallo, Australia, Cina e Corea


 L’Ospedale Santa Maria Annunziata è stato selezionato per capacità ed impegno tra i centri Italiani invitati a partecipare al 29° Congresso internazionale di Chirurgia dell’apparato digerente che si è tenuto a Roma.

Dalle sale operatorie del Santa Maria Annunziata, per la prima volta, è stato trasmesso in diretta sui maxi schermi dell’auditorium del Massimo di Roma, un delicato intervento chirurgico sull’intestino eseguito in laparoscopia dall’èquipe della chirurgia generale, diretta dal dottor Marco Scatizzi.

Al Congresso erano presenti oltre 400 specialisti che hanno seguito l’intervento ed interagito con il team dei chirurghi dell’ospedale Santa Maria Annunziata. In collegamento via web chirurghi provenienti da numerosi Stati e tra questi Stati Uniti, Giappone, Francia, Inghilterra, Belgio, Olanda, Svezia, Spagna, Portogallo, Australia, Cina e Corea, che hanno posto domande sulle tecniche utilizzate.

In sala operatoria hanno collaborato all’intervento gli anestesisti dell’èquipe diretta dal dottor Vittorio Pavoni, che hanno messo a punto tecniche mininvasive dal punto di vista anestesiologico, oltre al il team infermieristico e quello degli strumentisti del gruppo operatorio coordinanti da Enrico Pelo.

E’ un orgoglio per l’Ospedale e per l’Azienda Sanitaria , ha commentato Scatizzi, le professionalità presenti ed attive nel campo dell’oncologia chirurgica mininvasiva sono state selezionate nel panorama chirurgico nazionale ed internazionale per un Congresso dall’alto contenuto scientifico e straordinario dal punto di vista divulgativo”.

Redazione Nove da Firenze