Cerimonia commemorazione caduti: a Firenze un significativo ricordo

Presso il Famedio di Santa Croce. Presenti il prefetto Laura Lega, l’assessore Alessandro Martini e il Generale di Divisione Pietro Tornabene


QUESTA MATTINA A FIRENZE — Un silenzio riverente ha accompagnato la cerimonia di commemorazione dei Caduti di tutte le guerre che si è svolta, questa mattina a Firenze, alle ore 10.00, presso il Famedio di Santa Croce. Il Generale di Divisione Pietro Tornabene, comandante dell’Istituto Geografico Militare, ente dell'Esercito Italiano che opera alle dipendenze del Comando Militare della Capitale, ha evidenziato: “purtroppo, l’emergenza sanitaria non ci ha permesso di ospitare, come ogni anno, i familiari dei nostri caduti ma era troppo importante commemorare questo giorno”.

Presenti il prefetto di Firenze, dottoressa Laura Lega e, per il comune, l’assessore alla memoria Alessandro Martini. Dopo la deposizione della corona, il cappellano decano dei cappellani militari della Toscana, Monsignor Mauro Tramontano, ha impartito la benedizione in ricordo di quanti hanno dato la vita per la propria Patria.

Il Famedio (“Tempio della Fama"), nel 1934, fu scelto come spazio da consacrare alla memoria dei soldati fiorentini caduti nella prima Guerra Mondiale. Le pareti furono rivestite di lastre di marmo nero, anocra presenti,  su cui furono incisi i loro nomi (in tutto 3672 disposti in ordine alfabetico e con indicazione dei gradi).

Nelle foto alcuni momenti della cerimonia

Redazione Nove da Firenze