Rubrica — Spettacolo

C’era una volta… a Hollywood: l’anteprima dell’atteso film diretto da Quentin Tarantino

Nelle sale per gli appassionati di Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie, dal 17 settembre la pellicola presentata al Festival di Cannes


Martedì 17 Settembre evento speciale al Cinema Odeon di Firenze (alle ore 22.15 versione originale con sottotitoli in italiano) e nel Circuito UCI Cinemas, per l'anteprima nazionale C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD, il nuovo attesissimo film di Quentin Tarantino, presentato in concorso al Festival di Cannes, e interpretato da un cast stellare: Leonardo Di Caprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Al Pacino, Kurt Russell.

Nono film di Quentin Tarantino, C'era una volta... a Hollywood è ambientato nella Los Angeles del 1969, quella che è stata tragicamente segnata da un evento sanguinoso e terribile: la cosiddetta strage di Cielo Drive, quella avvenuta 9 agosto di quell'anno, quando quattro membri della "Famiglia" di Charles Manson fecero irruzione nella villa di Roman Polanski e Sharon Tate situata al 10050 di quella via di Bel-Air, e uccisero tutti presenti: la compagna del regista, che era incinta di suo figlio, e i loro amici Wojciech Frykowski, Abigail Folger e Jay Sebring. Tra le vittime, anche Steven Parent, un ragazzo che si trovava lì per caso. Tarantino fa viaggiare in parallelo la vita e la storia di Sharon Tate con quelle di un attore in cerca di una svolta nella sua carriera, Rick Dalton, vicino di casa di Polaski e Tate, e della sua controfigura e migliore amico, Cliff Boothe, facendole avvicinare di tanto in tanto, per poi riallontanarle, e infine portarle a contattoPer interpretare il ruolo della bella e sfortunata attrice è stata scelta l'australiana Margot Robbie, quella lanciata da Martin Scorsese con The Wolf of Wall Street e poi candidata all'Oscar per la sua interpretazione in Tonya, il film biografico sulla vicenda della pattinatrice Tonya Harding. Alcuni dei gioielli che indossa nel film sono appartenuti alla vera Sharon Tate, e sono stati concessi alla produzione dalla sorella dell'attrice, Debra. Nei panni di Dalton e Boothe ci sono invece, rispettivamente, proprio il protagonista di The Wolf of Wall Street, Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, che Tatantino ha definito la coppia d'attori capace delle dinamiche più eccitanti dai tempi di Paul Newman e Robert Redford. Il primo ha lavorato con Tarantino in precedenza nel western Django Unchained, dove interpretava il ruolo dell'odioso e sadico schiavista Calvin J. Candie; il secondo invece è stato il tenente Aldo Raine (detto Aldo l'Apache) del bellico Bastardi senza gloria. Nel film appaiono poi attori come Emile Hirsch (che è Jay Sebring), Margaret Qualley (figlia di Andie McDowell), Timothy Olyphant, Dakota Fanning, Bruce Dern, Al Pacino, Mike Moh (nei panni di Bruce Lee), Luke Perry, Damian Lewis, Maya Hawke, Rumer Willis e Scoot McNairy, solo per citarne alcuni. Kurt Russell, che con Tarantino ha lavorato in Deathproof e in The Hateful Eight, è la voce narrante della versione originale del film, e appare anche in un cammeo nei panni di uno stuntman.

Los Angeles, 1969: Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell’amico. E l’ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall’altra parte dell’oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.

Redazione Nove da Firenze