​Caso Magherini, la Cassazione assolve i carabinieri: "il fatto non costituisce reato"

La morte la notte tra il 2 ed il 3 marzo del 2014 per le strade del centro storico di Firenze


  Era attesa per oggi la decisione della Corte di Cassazione e la sentenza annulla senza rinvio la condanna per omicidio colposo che era scaturita dalla Corte di Appello.
Assolti i carabinieri che hanno operato il fermo di Riccardo Magherini, morto in San Frediano a Firenze la notte tra il 2 e il 3 marzo 2014 mentre dalle finestre i cittadini riprendevano e registravano immagini ed audio che poi sarebbero entrati nella vicenda processuale.
I militari dell'Arma erano stati condannati a 8 e 7 mesi in primo e secondo grado.

Un reato "colposo" e non "preterintenzionale" per la Procura ed anche su questa diversità di imputazione si era discusso durante l'ultima fase processuale.
L'avvocato Maresca, legale di due carabinieri condannati a Firenze per omicidio colposo, ha spiegato in aula che i carabinieri "non avevano elementi per valutare la situazione".. "era necessario bloccarlo" .. "non potevano capire di doverlo mettere a sedere"

Guido Magherini ed Andrea Magherini sono rimasti a Roma fino a questo pomeriggio per poi rientrare a Firenze con un videomessaggio dal treno in cui auspicavano una conclusione diversa della vicenda.
Il padre di Riccardo, Guido, aveva detto dopo le conclusioni della Procura "Spero che sia l'ultima udienza e che il nome di Riccardo venga rivalutato".

Redazione Nove da Firenze