CasaPound: 36 i candidati al Consiglio Comunale di Firenze

Nel Lazio arrestati per stupro due esponenti del partito


Arrestati due esponenti di CasaPound a Viterbo con l'accusa di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una 36enne. Si tratta di Francesco Chiricozzi, 21 anni, un consigliere comunale di minoranza del movimento di estrema destra di Vallerano, paese della provincia di Viterbo, e di un militante viterbese di 19 anni.

Nella stessa mattina, alla sede di CasaPound di Firenze, sono stati presentati i 36 candidati del partito al Consiglio Comunale. Ad annunciarne i nomi lo stesso Candidato a Sindaco Saverio Di Giulio: “Siamo una grande squadra, composta da militanti storici del movimento da anni impegnati sul territorio, uniti a cittadini provenienti dai comitati di quartiere e dalle categorie che negli anni sono state maggiormente vessate dalla cattiva amministrazione del PD”. Inizia così Saverio Di Giulio, candidato a Sindaco di Firenze per CasaPound, che poi prosegue “nella nostra lista ci sono persone provenienti da estrazioni diverse tra loro, trasversalmente aggregatesi per il bene di Firenze. Variegate anche le età: si va da uno studente nato nel 2001 ad un pensionato nato nel 1956, le donne sono 12. Tutti hanno contribuito in forme diverse a redigere il programma in commissioni appositamente costituite nei mesi scorsi. Saremo presenti anche in tutti e 5 i quartieri in modo indipendente con dei nostri candidati presidenti.” “Rappresentiamo l'unica reale alternativa al PD” dichiara poi Di Giulio “oltre CasaPound ci sono 8 candidati a Sindaco con radici culturali e politiche di sinistra o centrosinistra, compreso il candidato del Centrodestra Bocci, un uomo proveniente da ambienti renziani, favorevole all'accoglienza di immigrati, che recentemente ha dichiarato di non riconoscere il principio prima i fiorentini”. “Noi, invece, non solo diciamo prima i fiorentini forte e chiaro, vogliamo dire anche prima Firenze e la Fiorentinità: il nostro progetto si chiama Rinasci Firenze proprio perché crediamo sia necessario richiamare ciò che è più intimamente legato alla nostra storia, alla nostra cultura e alle nostre tradizioni per permettere alla nostra città di tornare a splendere come nel passato. Tradizione, Efficienza, Sicurezza, Solidarietà e Fiorentinità sono le parole d'ordine che seguiremo per risolvere i problemi della nostra città partendo dalle priorità: la mobilità, la sicurezza, lo sviluppo economico, le politiche sociali, la cultura e l'ambiente. Invitiamo tutti i cittadini a passare presso la nostra sede a prendere il programma elettorale e a conoscere di persona tutti i nostri candidati.”

Redazione Nove da Firenze